Quattro ragazzi con la chitarra

luglio 10, 2001 in Spettacoli da Momy

24775Anche questa settimana gran pienone a RidiTorino: sono sette gli artisti che si esibiranno nelle quattro aree dell’appuntamento più irriverente dell’estate torinese. Finora il pubblico ha ampiamente ripagato gli sforzi degli organizzatori, riempiendo all’inverosimile le sedi della manifestazione, grazie ad un scelta dei protagonisti veramente azzeccata.

La comicità, si sa, e per tutti, ma solo pochi riescono a trasmetterla al pubblico. Tra questi, sicuramente i protagonisti della settimana, che si apre con il ritorno di Pippo Romano, meta-lmeccanico di professione, comico per hobby, irresistibile per il pubblico. Martedì sera il biologo Fulvio Oreglio chiude il Comic Music Festival. Con la sua band e con la sua chitarra ci regalerà momenti di comicità irrefrenabile, saltellando allegramente tra canzoni ironiche e personalissimi monologhi. Mercoledì via libera agli sketch, un altro modo di fare cabaret ottimamente esemplificato da Marino Guidi.

24777Giovedì sera uno dei personaggi più “televisivi”, Norberto Midani, lombardo di origine e romagnolo di adozione, uno dei migliori esempii di comicità intelligente e coinvolgente. I suoi punti di forza? Senso del ritmo, verve, improvvisazione contagiosa, teatralità appassionante, versatilità fonetica e, ovviamente, la sua chitarra, che suona cantando motivetti arguti. Nei suoi spettacoli usa una godibilissima mescolanza di dialetti, che dà vita a un linguaggio molto personale.

Venerdì sera a Villa Remmert tornano a grandissima richiesta Marco & Mauro e i Farinei d’la Brigna: al loro primo concerto-spettacolo, a Muovitipositivo, si è registrato lo stra-esaurito. Comicità dialettale surreale, cover al limite del demenziale riproposte in piemontese…uno spettacolo al quale è impossibile mancare!

Sabato sera appuntamento doppio: a Muovitipositivo il toscanaccio Sergio Sgrilli allieterà la serata con il suo spettacolo che è, per fortuna o purtroppo, per tutti: accompagnato dalla sua fedele (almeno lei!) chitarra ci racconterà le sue (ma saranno poi così diverse dalle nostre?!?!) delusioni d’amore. Come cercare di prendere sul ridere qualcosa che tanto ridere non fa…

A Villa Remmert invece ecco comparire Leonardo Manera, che dopo il grande successo ottenuto quest’inverno al teatro Cardinal Massaia torna a Torino per proporre il suo personaggio sempre in bilico tra la realtà e la fanasia.

Lunedì 9 luglio 2001 – ore 22.00

Parco Culturale Le Serre, Via Lanza 31 – Grugliasco

Ingresso Gratuito

  • Pippo Romano

    Martedì 10 luglio 2001 – ore 22.00

    Muovitipositivo, P.zza d’Armi, Ingresso da c.so Galileo Ferraris – Torino

    Ingresso Gratuito

  • C.M.F. Flavio Oreglio ELa Band (Area Zelig) in Cabaret Concerto

    A colpi di regime, country, blue grass, blues, jazz, ritorna sulle scene il “musicomedian” più incazzato d’Italia. Con la sua pungente satira, con le sue divertenti allegorie, le istantanee scattate sul momento, ai confini con il teatro dell’improvvisazione, e gli sconcertanti percorsi celebrali tra letteratura, storia, fisica e matematica “impura”, Oreglio si conferma “portatore sano di cervello”, lasciando tra cabaret, umorismo, comicità e bella musica, tracce di chiara poesia cantautorale.

    Mercoledì 11 luglio 2001 – ore 22.00

    Area “Villa Remmert”, via Rosmini 3/a – Ciriè (TO)

    Ingresso Gratuito

  • Marino Guidi in Tutti a scuola

    Giovedì 12 luglio 2001 – ore 22.00

    Area “Arena cortile San Filippo”, via Maria Vittoria 7 – Torino

    Ingresso da L. 12.000

  • Norberto Midani

    Venerdì 13 luglio 2001 – ore 22.00

    Area “Villa Remmert”, via Rosmini 3/a – Ciriè (TO)

    Ingresso da L. 10.000

  • Marco & Mauro e i Farinei d’la Brigna

    Sabato 14 luglio 2001 – ore 22.00

    Muovitipositivo, P.zza d’Armi, Ingresso da c.so Galileo Ferraris – Torino

    Ingresso Gratuito

  • Sergio Sgrilli (Area Zelig) in L’ultimo dei freak

    “La vera comicità sta nel quotidiano” potrebbe essere il sottotitolo di questo spettacolo. Il racconto di una vita comune, senza toccare argomenti come la TV con la sua pubblicità, il calcio, le barzellette, ecc…Possibile? Uno spettacolo coinvolgente, senza rivolgersi direttamente al pubblico con battute ormai un po’ scontate,…Fattibile? Musica e racconti per musicisti e stonati, per laureati ed analfabeti, per genitori e figli, per singles ed accoppiati, introversi ed animatori,…Realizzabile? Pare di si, o almeno così è stato finora. È il grido di una generazione, confusa nel trovarsi a vivere in questo “nuovo mondo”, con nuove regole, nuovi sogni, nuovi linguaggi.

    Tutto parte da una delusione d’amore, conoscete? NO? Tranquilli, succederà. Ma non per volervi male, tanto arriva, quindi è meglio prima che poi… Solo pochissimi rapporti hanno la fortuna di andare in porto, la maggior parte delle storie nasce, cresce, si sviluppa …e muore!

    Tornare single dopo i ’30 e lo shock di “tornare in pista”, nel vestirsi, nel ballare, nelle droghe, nella fuga dal piccolo paese d’origine all’impatto di una grossa città. Il tutto legato da ricordi e dalla musica che ci ha accompagnato negli ultimi 40 anni, con la chitarra e la musica da spiaggia che fanno da padroni.

    Sabato 14 luglio 2001 – ore 22.00

    Area “Villa Remmert”, via Rosmini 3/a – Ciriè (TO)

    Ingresso da L. 13.000

  • Leonardo Manera (Area Zelig) in Se non m’illudo mi chiudo

    Dove finisce la realtà e comincia l’illusione e dove finisce l’illusione e ricomincia la realtà? Questo è il problema! È cercando di risolvere questi interrogativi che nasce questo spettacolo: monologhi e fantasie comiche che, seguendo il filo conduttore dell’illusione, si snodano attraverso le contraddizioni della vita quotidiana, senza però mai perdere il gusto per la risata e la battuta pungente. Il pubblico potrà ascoltare monologhi nella più classica tradizione del cabaret, ma anche gustare l’esibizione di un triste e disilluso ventriloquo, di un fantasista complessato, oltre a divertirsi con alcune improbabili pubblicità radiofoniche…

    di Monica Mautino