Pulsazioni e Auger sul palco del Chicobum

giugno 5, 2006 in Spettacoli da Redazione

BRIAN AUGERGrande festa al Chicobum: si parte con un missile di energia firmato “Pulsazioni”, la rassegna/concorso per le band emergenti. Quando? Affrettatevi perchè il primo appuntamento è alle porte: si parte martedì 6 giugno

Dopo il rock scatenato, si cambia di testa e di stile. La musica si fa colta e canta alle stelle su spartiti armonici per tastiera Hammond! Mercoledì 7 giugno salirà sul palco un ospite di fama internazionale: Brian Auger. Concerto unico nella sua specie come unica è la data dell’artista qui in Italia. Auger è noto come il re della tastiera Hammond. Fondatore negli anni ’60 degli Steampacket, gruppo in cui erano attivi fra gli altri Julie Driscoll e Rod Stewart, si esibirà al Chicobum festival con la sua band: gli Oblivion Express.

Ma siamo sicure che tutti voi siete affamati di qualcosa di più. Notizie, date, concerti e quant’altro per divertirci tutti insieme tra note graffianti e birre, tra melodie e incanto musicale? Cercheremo di accontentarvi da qui alle prossime puntate del Chicobum. Per ora qualche pillola per stuzzicare la gola e la curiosità!

Pulsazioni

Giunto alla sua seconda edizione torna al Chicobum Festival il contest “Pulsazioni”, rassegna musicale in forma di concorso dedicata alle band emergenti e curata dall’Associazione Culturale Barrumba.

Le band che hanno portato le loro demo allo Zoobar durante tutto l’anno sono state moltissime: alcune di loro hanno avuto la possibilità di partecipare alla selezione che ha dato loro l’opportunità di esibirsi sul palco del Chicobum Festival ed essere poi inseriti nella compilation che verrà prodotta da Barrumba e Radio GRP con la collaborazione di Upgrade Records.

Location:

ZOO BAR CLUB STAGE

Ingresso gratuito

Martedì 06 giugno

Martedì 13 giugno

Martedì 20 giugno

Martedì 27 giugno

Giovedì 06 luglio: LA FINALE!

Brian Auger & Oblivion Express

Brian Auger, organo hammond e pianoforte

Derek Frank, basso

Karma D. Auger, batteria

Savannah Grace Auger, voce

Nei primi anni ’60, in una Inghilterra in pieno fermento culturale, Brian Auger intuì l’enorme potenzialità di miscelare tra loro jazz, funky e r’n’b in un nuovo ibrido musicale.

Il suo strumento favorito è sempre stato il classico organo Hammond B3 dal caldo, ricco ed inconfondibile suono, con cui ha forgiato uno stile personale che è un marchio di fabbrica insensibile all’incedere del tempo. Dopo oltre trent’anni di inarrestabile carriera, Brian è senza dubbio il più importante organista Hammond di tutti I tempi, oltre che una pietra miliare della storia della musica contemporanea.

Brian ha costituito i nuovi “Oblivion Express”, combinando tra loro gli stessi elementi da abbracciare come vecchi amici e sospingere in nuove direzioni.

Brian Auger, organista Hammond di grande talento, inizia la sua carriera professionale a Londra nel 1963. Due anni dopo forma il gruppo “Steampacket” dei quali fanno parte personaggi quali Long John Baldry, Julie Driscoll e Rod Stewart. Nel 1967 con la stessa Julie Driscoll ha inizio l’esperienza “The Brian Auger Trinity”: la band riscuote un grandissimo interesse in Inghilterra e nel resto del mondo, pubblicano l’album “Open” e ottengono il primo posto nelle classifiche inglesi.

Il successivo “Save Me” raggiunge la vetta anche nella classifica di vendite in Francia. The Brian Auger Trinity è il primo gruppo jazz-fusion a partecipare con grande successo ai più importanti festival jazz europei (Montreaux Jazz Festival e Berlin Jazz Festival). Il suo primo tour negli Stati Uniti è del 1969, occasione in cui presenta l’album “Streetnoise” che viene considerato da pubblico e critica americano il primo album Jazz Fusion.

All’inizio dei ’70 fonda gli “Oblivion Express”, che guida fino al 1975 pubblicando diversi album di successo (tra cui “Closer To It” e “Straight Ahead”) ed è protagonista di estenuanti tour in tutto Europa. Si trasferisce quindi negli U.S.A. dove continua l’attività artistica, alternando situazioni di session-man e momenti di notevole vena creativo.

Ritorna in Europa e all’inizio degli anni ’90, dopo diversi episodi da solista, con l’amico Eric Burdon forma il gruppo “Eric Burdon & Brian Auger Band” che registra nel 1993 il doppio CD live “Access All Areas”. Brian ha così una nuova svolta nella sua carriera che gli permette di ottenere ingaggi dagli U.S.A. al Messico, dal Giappone alla Svizzera. Dai 1995 investe le sue energie nei nuovi “Oblivion Express”, con i quali ha registrato l’album “Voices Of Other Times” (1999) e con cui tuttora continua la sua interminabile attività live in Europa.

BRIAN AUGER

Mercoledì 7 giugno

BARRUMBA MAIN STAGE

8,00 Euro

unica data italiana

di Carlotta & Zazà