Premio Gina Lagorio – una donna nel mondo

luglio 6, 2010 in Attualità da Benedetta Gigli

Nell’ultimo mercatino delle pulci a Cherasco mi sono comprata una bilancia di una grazia artigianale così seducente da indurmi all’acquisto con la golosa impazienza di un bambino al banco del pasticciere. Piccola, di legno biondo, il ripiano di marmo bianco, e sotto, i pesi: minimo l’ultimo, grandetti e grassocci i due centrali, in due contenitori digradanti, dal vertice posto a metà esatta tra i piatti di giallo ottone. Una bilancina allegra fatta per memorie di allegrie…

lella costaCosì, nella Cherasco che fa da sfondo a suoi diversi romanzi, come Tra le mura stellate (1991) e Il bastardo, ovvero gli amori, i travagli e le lacrime di Don Emanuel di Savoia (1996), la scrittrice Gina Lagorio verrà ricordata con un itinerario letterario guidato dall’attrice Lella Costa.

Inizio alle ore 17,30 presso il Teatro Civico Salomone, con il conferimento del Premio Gina Lagorio – Una donna nel Mondo. Il riconoscimento dedicato alla scrittrice, è stato istituito nel 2005 dalla Città per premiare le donne che nella loro vita e con la loro attività hanno saputo mantenere sempre vivi i grandi valori della comunità civile. Nelle passate edizioni il Premio è andato a Milena Gabanelli (2009), Rita Borsellino (2008), Aminata Dramane Traoré (2007), Bianca Giudetti Serra (2006).

Quest’anno il premio verrà consegnato a Lella Costa per l’impegno civile che da sempre persegue nella sua carriera teatrale. Da sempre voce narrante del mondo femminile, la Costa è presidente del Cemp, il più antico consultorio italiano. Ha recitato nelle carceri, ha prestato il suo volto alle battaglie di Gino Strada ed Emergency, è stata testimonial nella campagna referendaria sulla fecondazione assistita, si è occupata di pace, Costituzione e diritti dell’infanzia.

Dopo la premiazione, alle 18.30, in compagnia dell’attrice prenderà il via una passeggiata commemorativa, un itinerario che partirà dalla casa della Lagorio in via Marconi, dove l’albero nel giardino di Cherasco è vanitoso come una sposa tra le trine, per arrivare fino ai Bastioni e al belvedere dove la scrittrice si soffermava durante le sue passeggiate in città.

Conclude la giornata il balletto dedicato a Fernanda Pivano e portato in scena dall’associazione Gruppo di danza Cherasco Suite (ore 21,30 – Arco del Belvedere). Un appuntamento da non perdere sotto le mura stellate di Cherasco, dove “càpita” ancora di sentire la presenza di Gina Lagorio.

di Benedetta Gigli