Pescando nell’Italia letteraria

maggio 23, 2005 in Libri da Redazione

Titolo: Semi di fico d’India. Venti bracciate nella nuova scrittura italiana
Autore: Curatore: M. Nardini
Casa editrice: Ediciclo
Prezzo: € 14.00
Pagine: 263

Semi di fico“Semi di fico d’india”, ovvero venti bracciate nella nuova scrittura italiana: questo il titolo della raccolta di racconti a cura di Marco Nardini, pubblicato dalla casa editrice Nuova Dimensione. Perché i nuovi talenti non li raccoglie solo Minimum Fax. Questo libro si propone di offrire una panoramica esaustiva sull’attività letteraria in Italia, attraverso lo sguardo navigato di Marco Nardini, ventiquattro anni, già avvezzo al fremente ambiente editoriale italiano. Nasce così “Semi di fico d’india”: venti scrittori e venti racconti sullo sfondo dell’estate italiana, torrida e insopportabile. Il caldo dei mesi estivi si sprigiona attraverso le scritture di Gianluca Morozzi e il suo lungomare di Igea Marina, i numeri e gli incastri di Marco Bosonetto, la vita fugace e afosa della creatura di Giovanna Carboni. La presentazione è delle migliori: Davide Sapienza, critico musicale e scrittore avvia la lettura con un brano di presentazione ritmato e avvolgente. Secondo padrino è Stefano Sardo che firma la quarta di copertina, descrivendo questa raccolta di racconti come delle “parole che testimoniano un fermento brulicante e talentuoso, che ci autorizza a sperare.”

La casa editrice Nuova Dimensione ha tentato sin dalle sue origini di dare un valido contributo per la ricostruzione della storia del Nordest d’Italia e per la valorizzazione dell’ambiente attraverso titoli di didattica, informazione e di denuncia ambientale. “Semi di fico d’india” va a scavare nella narrativa, che è pur sempre un affare sociale. Offre una panoramica esaustiva sulle gioie e i dolori dell’Italia dei racconti. Il rischio che si corre nel prendere bracciate di letteratura d’un colpo solo, è che qualcosa di poco buono si unisca a racconti sagaci e taglienti, a prose eleganti e battenti come quella di Nicola Lagioia. I “semi di fico” racchiusi in queste pagine sono diversi fra loro, frutti acerbi convivono con sugosi bocconi di mediterraneo: per fortuna Pennac aveva previsto anche il diritto a saltare le pagine.

Link di riferimento:

www.nuova-dimensione.it

www.semidificodindia.it

www.factory.splinder.com

di Stefania Leo