Pallamano di C e Rugby (C1 e C2)

marzo 28, 2001 in Sport da Redazione

Pallamano – serie C: 3a di ritorno

Passeggiata per il Città Giardino nella terza giornata di ritorno di serie C sul campo del Regio Parco: il 37-14 finale dice tutto sul divario delle forze in campo.

Il risultato è stato rotondo nonostante i blu di Di Marco abbiano giocato l’intero incontro senza un portiere di ruolo (Buonuomo indisponibile, Venturello infortunato nel riscaldamento): tra i pali è andato l’attaccante Cesare Milone, che ha fatto il possibile. Il risultato non è mai stato comunque in discussione, come l’abisso in classifica lasciava presupporre.

“L’importante era mantenere alta la concentrazione per non commettere sciocchezze. E ci siamo riusciti” ha commentato il ds Sergio Lanteri. I tre punti conquistati consentono al Città Giardino di rimanere al comando della classifica, in attesa della prossima delicata trasferta di Casale (6 aprile ore 17.45), contro una delle contendenti ai tre posti destinati alla promozione.

Rugby

Serie C1: Torino, addio quarto posto

La partita interna al Motovelodromo doveva dire se il Torino di Loris Salsi fosse davvero pronto per lanciare la volata verso il quarto posto conclusivo in questa C1: il responso è stato chiaro. Perdendo 50-6 contro la diretta concorrente Varese, gli all blacks subalpini devono tornare a guardarsi le spalle, lasciando da parte i sogni di alta classifica.

“Ci sono stati superiori sotto tutti i punti di vista, ha commentato il ds torinese Paolo Dondi. Il risultato parla chiaro”. Sotto 22-6 già nella prima frazione, il Torino non è riuscito a rialzare la testa neppure nella ripresa, finendo travolto dai lombardi.

Serie C2: Chieri rinvia la festa

Il Chieri capolista è tornato dalla trasferta di Pegli con un solo punto in tasca. In Liguria, infatti, contro una formazione che l’anno scorso militava in C1, i chieresi hanno patito la seconda sconfitta stagionale (prima del girone di ritorno). Un ko di misura, 19-18, frutto dei troppi errori in zona offensiva compiuti dal Chieri di D’Amico, apparso forse troppo sicuro del successo.

La squadra collinare rimane comunque saldamente al comando con 81 punti, ma le inseguitrici tornano a –11 quando mancano tre giornate alla fine.

Decisivo il confronto diretto di domenica prossima: il calendario, infatti, offre il match Chieri-San Mauro, decisivo per il primato (e quindi per la promozione diretta in C1), ma anche per il secondo posto (che vale gli spareggi promozione), con l’Asti sempre in agguato ed il Volvera

di Luigi Schiffo