Padri o non padri

aprile 20, 2006 in Attualità da Simona Margarino

“Un giorno smetterò di essere figlio e mi sentirò terribilmente solo. Un giorno ripenserò a tutti i contrasti, le distanze, i silenzi con mio padre, alla nostra generazione che voleva mettere tutto in discussione, la famiglia, i genitori, la società – ed era giusto – e sarà inevitabile trovare lui al centro dei ricordi, nei tempi dell’infanzia; lui, punto fermo con la sua presenza quotidiana, con la sua protezione. Lo rivedrò piegarsi e sollevare il nipotino così come sollevava noi. Attraverso lui forse ritroverò me stesso”. (Carlo Grande)

Padri Nell’ambito delle cerimonie di apertura di “Torino Capitale Mondiale della Cultura” domenica 23 aprile alle ore 11, al Caffè Torino, il giornalista de La Stampa Carlo Grande presenterà “Padri” con la partecipazione di Elena Loewenthal. Ancora una volta edito da Ponte alle Grazie, lo scrittore torinese, già affermatosi con la pubblicazione nel 2002 di “La via dei lupi” (vincitore della prima edizione del premio Grinzane Civiltà della Montagna e del premio letterario San Vidal) e nel 2004 di “La cavalcata selvaggia”, torna ad affacciarsi sugli scaffali delle librerie.

Dopo due prove a faccia a faccia con la storia e il passato, ora è la volta di interrogarsi su cosa voglia dire, al giorno d’oggi, essere maschi. Se è vero che non esiste una enciclopedia in grado di esaurire il significato più profondo di questa parola, è invece credibile che vi siamo molte difficili definizioni,impegnative risposte e altrettanto imperscrutabili affermazioni nella sfida quotidiana a voler essere ancora uomini. E una delle più grandi battaglie, neanche a dirlo, rappresenta la paternità.

Una serie di “racconti, forti, intensi, spregiudicati nella loro ricerca di verità”, ovvero fili multicolore di una trama di personaggi, episodi, coraggio, ci guidano lungo una galleria che scava al di sotto delle ragioni biologiche per raggiungere verità diverse. Quelle di padri per scelta, per caso o in forse, tra cambiamenti, errori, dubbi o, più semplicemente, nel bel mezzo di un sogno.

Per chi non potrà partecipare all’incontro, ricordo che il libro verrà riproposto, con interventi di Zoja, Ormezzano e Margherita Oggero, il 4 maggio alle 16 (Caffè Letterario) alla Fiera del Libro. A chi volesse al contrario sapere più a fondo cosa le pagine di Grande svelino, regalo la piacevole indefinitezza del sottotitolo: “Avventure di maschi perplessi”.

Carlo Grande

PADRI

23 aprile 2006

h 11

Caffè Torino

Piazza San Carlo 204

Telefono: 011 545118

Chiusura: mai

http://www.caffe-torino.it

di Simona Margarino