OSN: Debussy, Ravel e Veress

ottobre 26, 2005 in Spettacoli da Stefano Mola

RophéSecondo appuntamento per la stagione concertistica dell’Orchestra Nazionale Sinfonica della Rai di Torino. Sul podio, abitato la settimana scorsa dal Direttore Principale Rafael Frühbeck de Burgos (a proposito, che pulizia formale, che precisione e che delicatezza nella sinfonia n° 44 di Haydn), salirà questa volta il francese Pascal Rophé. Parigino, classe 1960, vincitore del secondo premio il al Concours International de Jeunes Chefs d’Orchestre di Besançon nel 1988, ha una spiccata predilezione per il repertorio del XX secolo.

Di cui nel consueto doppio appuntamento di giovedì 27 (ore 20:30) e venerdì 28 (ore 21:00), dirigerà due capisaldi di due autori anch’essi francesi: il Concerto per la mano sinistra per pianoforte e orchestra di Maurice Ravel (brano che sostituisce il precedentemente annunciato Concerto per due pianoforti di Bartok) e gli schizzi sinfonici di La mer di Claude Debussy.

Completa il programma un brano di un compositore ungherese contemporaneo: Sándor Veress, di cui verrà eseguito l’Hommage à Paul Klee, fantasia per due pianoforti e orchestra d’archi. Al pianoforte, due canadesi: Hélène Mercier e Louis Lortie.

Come la settimana scorsa, i due concerti si terranno all’Auditorium Giovanni Agnelli del Lingotto.

di Stefano Mola