OMI: corsi, seminari, concerti

novembre 15, 2010 in Attualità da Benedetta Gigli

OMIDa quando è scoppiata La Crisi, il PIL è nei titoli di apertura di ogni notiziario. Non cresciamo abbastanza, ci viene detto. Ma da questo coro greco di lamentazioni emergono delle ricette? Dove sarà mai il lievito magico capace di far prender forma alla torta del PIL? Non sarà che in un mondo dove competere sul costo del lavoro è ormai impossibile, la nostra strada debba essere quella della cultura e della conoscenza? Inoltre (o soprattutto), non ci sfiora ogni tanto il dubbio che oltre al PIL, ci siano altri indicatori di ricchezza come lo sviluppo sociale equo, la sostenibilità ambientale, la promozione della cultura e delle relazioni?

E quindi non sarà che per crescere come paese, sarebbe prima di tutto opportuno e necessario crescere bene come persone? Le attività dell’OMI (Opera Munifica Istruzione) offrono strumenti per affrontare queste domande e per qualificare il lavoro di chi si occupa di educazione. Le sue proposte vertono sulla promozione della formazione di insegnanti, educatori e psicologi, attraverso corsi, seminari e incontri di approfondimento sull’educazione. Parallelamente, l’OMI continuerà a sostenere il percorso di crescita dei bambini e a valorizzare le capacità e le competenze dei giovani e degli adolescenti grazie alla ormai consolidata tradizione dei concerti in Santa Pelagia, a cui si affiancheranno le proposte indirizzate ai bambini e incentrate sull’importanza della musica fin dalla più tenera età.

Ecco alcune delle iniziative (per l’elenco completo, vi rimandiamo al sito dell’OMI):

  • Prosegue la serie di seminari intitolati Luci e ombre dei ragazzi e delle ragazze di oggi, che prendono in considerazione i problemi che sorgono nella relazione con i ragazzi.
  • Star bene a scuola si può?! è la domanda-affermazione che viene posta in un ciclo di appuntamenti partito il 21 ottobre.
  • Il professor Obholzer condurrà i seminari Lavorare in gruppo, tra difficoltà e consapevolezza rivolti a tutti coloro che a vario titolo si occupano di relazioni, risorse umane e organizzazione di servizi pubblici e privati. Questi incontri si terranno il 20 novembre 2010, l’11 febbraio e l’8 aprile 2011.
  • In un paese che può far vanto di avere una delle culture musicali più importanti a livello mondiale, ma che ai giorni nostri fa ben poco per conservarla e praticarla, ci sembrano molto importanti i percorsi musicali per bambini da 0 a 6 anni, secondo la Music Learning Teory di Edwin E. Gordon, cui si accompagnano corsi di formazione, convegni rivolti a musicisti, insegnanti di materie musicali, educatori.

    Per ulteriori informazioni:

    www.santapelagia.it

    tel. 011/8178968

    e-mail: [email protected]

    L’OMI (Opera Munifica Istruzione) è una IPAB (Istituto Pubblico di Assistenza e Beneficenza) che occupa un posto di rilevo nella storia dell’educazione italiana per aver aperto, nel 1789, la Scuola di carità (equivalente dell’odierna scuola elementare gratuita) prima nel Piemonte e tra le prime in Italia. Si è sempre occupata di formazione, dapprima rivolta ai mendicanti, in seguito con le scuole professionali ed elementari gratuite.

    Questa importante esperienza, che nel Settecento rappresentava la concreta risposta ad un bisogno sociale primario, è durata per oltre 200 anni esaurendosi con la chiusura dell’ultima sezione della Scuola Vittorio Amedeo III nel 1994. Questo passaggio ha avviato una profonda trasformazione dell’Ente, portando il Consiglio di Amministrazione dell’Opera ad interrogarsi sul senso dell’istituzione e ad impegnarsi nella ricerca di nuovi strumenti di azione sociale e culturale. Coerentemente quindi l’OMI ha promosso programmi di interventi musicali nella Chiesa di S. Pelagia con giovani musicisti; nel 2006 ha aperto il “Nido della musica”; dal 2007 ha poi avviato programmi di formazione per adulti che si occupano di educazione, per musicisti che si occupano di didattica nonché attività di sostegno alla famiglia ed alla coppia in attesa.

    di Benedetta Gigli