Nomination per la Rutigliano

ottobre 21, 2001 in Libri da Stefano Mola

Se qualcuno dei nostri 25 lettori (come direbbe vezzosamente il buon Manzoni) si ricorda della recensione di “Spunti e spuntini letterari”, questa si chiudeva con l’immagine dello spunto inteso in senso ciclistico. Gli spunti del libro infatti possono essere pretesti per una fuga in uno qualsiasi dei molti libri citati, da cui Rita Rutigliano ha estratto la “porzione” relativa la cibo.

Bene, vorremmo adesso riprendere questa suggestione, perché non c’è immagine del ciclismo più potente dello spunto, dello scatto che un corridore fa in salita. Ma se c’è una salita, c’è una montagna, allora forse c’è un valico e magari una frontiera. “Spunti e spuntini letterari” ha valicato la frontiera (e per farlo, in Italia, occorre passare le Alpi…): è stato insignito della nomination nella categoria “Best Food Literature Book” del prestigioso “Gourmand World Cookbook Awards 2001”.

Diamo qualche cifra: nel mondo, ogni anno, vengono pubblicati più di 20.000 libri che hanno come tema il cibo o il vino. Nel 2001, più di 3.000 libri provenienti da 40 paesi, scritti in 25 lingue diverse, hanno preso parte al premio. I libri vengono dapprima suddivisi in categorie nazionali, i cui vincitori competono per il miglior libro al mondo. Le categorie sono tantissime: per chi fosse interessato la cosa migliore è dare un’occhiata al sito www.cookbookfair.com (si possono trovare tutte le copertine dei libri selezionati, alcune veramente molto belle).

La giuria è internazionale è composta da Jean Jacques Ratier, del Salon International du Livre Gourmand in Périgueux, Dun Gifford, presidente dell’organizzazione no profit Oldways, Oscar Caballero, giornalista argentino, il principe Prince Franz-Wilhelm di Prussica, John McEwen, presidente di West175 Media Group e Edouard Cointreau, editore della International Cookbook Revue.

La proclamazione dei vincitori della categoria italiana avverrà il 29 ottobre 2001. Il “Best in the world” verrà invece annunciato nel corso della cena di gala del “Salon International du Livre Gourmand” a Périgueux, nel cuore della Dordogna, il 6 Dicembre 2001.

Per chi fosse interessato a una interessante disamina del mercato mondiale del libro, segnalo l’articolo di Edouard Cointreau, all’indirizzo: http://www.cookbookfair.com/press/onebillion.htm

di Stefano Mola