Ninotchka all’Alfieri

marzo 28, 2001 in Spettacoli da Claris

17081(1)Serata di debutto con applausi ieri al Teatro Alfieri, dove fino a domenica prossima, 1° aprile, Claudia Koll è Ninotchka. La rassegna “Fiore all’occhiello” di Torino Spettacoli propone un nuovo straordinario petalo, un’interpretazione particolarmente riuscita dell’intrigante storia parigina, felice connubio di attualità e di universalità, di cronaca e di favole.

Divertente satira di costume ambientata a Parigi, negli anni ’30, non molto dopo la rivoluzione sovietica, quando la “ville lumière” è piena di principi russi sfuggiti alla severa dittatura dei “rossi”: è qui che una commissione sovietica incaricata di recuperare un “Raffaello” fuoriuscito, e impigrita tra le spire della bella vita parigina, si vede minacciata dalla visita di controllo di un commissario del popolo. Il commissario, in effetti, arriva, intransigente e severo, come da cliché. La sola nota particolare è che si tratta di una donna, Ninotchka appunto.

Una bella e giovane donna, che arde dal sacro fuoco dell’impegno politico e sociale, che disprezza i lussi borghesi, e che si indigna di fronte agli sperperi e alle ingiustizie della società decadente. Ma questa società, pur iniqua e corrotta, ha il suo fascino, soprattutto se ci si trova a Parigi e se l’antagonista nella diatriba sul “Raffaello” è un elegante e ricco avvocato, che di Ninotchka si innamora e che a poco a poco la accende di femminilità e di gioia di vivere, fino all’atteso lieto fine.

Il fascino dell’amore impossibile è ben interpretato da Claudia Koll e Gianpiero Bianchi per la regia di Filippo Crivelli. La Koll, con il suo fascino e il suo talento, conquista il pubblico teatrale, esprimendo in maniera particolarmente credibile gli atteggiamenti in trasformazione di una donna abituata alla durezza ed all’intransigenza comportamentali che all’improvviso scopre modalità di vita diverse, a lei completamente sconosciute.

La bellissima attrice è affiancata da Gianpiero Bianchi, anch’egli efficace nel ruolo dell’elegante e ironico avvocato parigino che travia, con il suo carisma, la “compagna” sovietica.

Gli interpreti non potevano essere da meno, del resto, della professionalità di alcuni loro illustri predecessori, uno su tutti l’inimitabile Greta Garbo, nel film del ’39, prima sceneggiatura dello straordinario racconto scritto nel 1934 da Melchior Lengyel.

Completano il cast Riccardo Peroni, Marco Marelli, Alfredo Piano, Cinzia Sartorello, Valentina Piserchia, Filippo Iezzi.

Ninotchka

Luogo: Teatro Alfieri

Periodo: dal 27 marzo al 1° aprile

Orario: feriali ore 20,45; festivi ore 15,30

Ingresso: platea da L. 43.000 a L. 46.000; galleria da L. 38.000 a L. 41.000

Informazioni: tel. 011.562.38.00

Lo spettacolo è compreso nell’abbonamento trasversale “Torino Spettacoli” per 3 spettacoli a scelta, al costo di L. 72.000 intero, L. 60.000 ridotto (giovani e anziani)

di Claris