Nfl, è caccia aperta ai Ravens

settembre 10, 2001 in Sport da Federico Danesi

Tutti contro i Ravens. Domenica la stagione Nfl avrà il suo kick-off d’inizio, ma già dalla vigilia esperti e semplici tifosi si lasciano andare a pronostici; rispetto alla stagione passata i nomi sembrano essere i soliti, anche se sono in molti a vedere vincenti (finalmente) i Tennessee Titans, che lo scorso anno vennero eliminati, non senza sorprese, proprio da Baltimore.

In effetti l’Afc, almeno sulla carta, sembra avere qualche pretendente in più nella corsa al Superbowl numero 37 (27 gennaio, New Orleans). Su tutti i Titans di McNair e George, attesi già da due anni alla grande vittoria, ma la sfida con i Ravens di Brian Billick, che però comincerà la stagione senza il runner Jamal Lewis, fuori per un problema al ginocchio (è stato ingaggiato il “vecchio” Terry Allen) sarà dura. Baltimore, inoltre, si presenta con un quarterback nuovo, anche se la faccia è vecchia, Elvis Grbac, arrivato in estate da Kansas City.

Dietro di loro Denver e Oakland. I Broncos, con Brian Griese arrivato alla stagione della completa maturità, una difesa rinnovata con gli ingaggi e Walker, McGlockton e Lett, e una batteria di runners come Terrell Davis, Olandis Gary e Mike Anderson, più Mcaffrey e Smith, paiono sulla strada buona per il Superbowl, mentre i Raiders, già finalisti di conference la stagione scorsa, hanno in più Jerry Rice, che a 39 anni vuole chiudere in bellezza la sua carriera. Possibili outsiders sono gli Indianapolis Colts, ancora troppo deboli in difesa, ma con il miglior qb, Peyton Manning, i New York Jets, che devono arrivare almeno ai playoff e i Dolphins che hanno risolto il dilemma qb puntando su Jay Fiedler. Da seguire con curiosità Kansas City, se non altro per aver fatto rientrare in pista il vecchio coach Dick Vermeil, vincitore due anni fa con i Rams.

Nella Nfc sono proprio i Rams a riscuotere le preferenze maggiori insieme a Tampa Bay. Saint Louis è devastante in attacco, soprattutto se Kurt Warner e Marshall Faulk reggeranno senza farsi male, tenera in difesa, anche se sono arrivati Aeneas Williams, Mark Fields e Kim Herring. I Bucs sono tutto l’opposto: la difesa, che ruota intorno a Warren Sapp, non si discute, ma l’attacco latita. E’ arrivato Brad Johnson da Buffalo, ma bisognerà che i giochi non isolino più Keyshawn Johnson, che può essere un fattore determinante. Appena dietro i Philadelphia Eagles, rinforzati dall’arrivo di Duce Staley e con un McNabb pronto a lanciare, ma soprattutto a correre.

Un gradino sotto i Giants, grandi lo scorso anno sino alla finale, dove vennero umiliati da Baltimore; Kerry Collins è chiamato a ripetersi a grandi livelli, ma non fornisce garanzie assolute. Ultime citazioni per i Vikings, sempre che la difesa di Green regga. La recente morte di Korey Stringer, stroncato dal caldo afoso durante i training camps di Minnesota, potrebbe dare la scossa.

E’ ancora presto per sognare, ma sin d’ora si può dire che Dallas e San Francisco, le più grandi degli anni ’90, avranno ancora una stagione difficilissima e quasi sicuramente dovranno salutare il titolo prima dei playoff. C’est la vie.

Week 1 (9-10/9)

Baltimore Ravens – Chicago Bears

Buffalo Bills – New Orleans Saints

Cincinnati Bengals – New England Patriots

Cleveland Browns – Seattle Seahawks

Dallas Cowboys – Tampa Bay Buccaneers

Green Bay Packers – Detroit Lions

Jacksonville Jaguars – Pittsburgh Steelers

Kansas City Chiefs – Oakland Raiders

Minnesota Vikings – Carolina Panthers

New York Jets – Indianapolis Colts

Philadelphia Eagles – St. Louis Rams

San Diego Chargers – Washington Redskins

San Francisco 49ers – Atlanta Falcons

Tennessee Titans – Miami Dolphins

Monday Night

Denver Broncos – New York Giants

di Federico Danesi