Nella cucina del Quisisana

dicembre 9, 2001 in Libri da Gustare da Momy

L. Pignataro, N. Mengnini “CAPRI – Nella cucina del Quisisana, Liguori Editore pagg. 182, Lire 45.000

24481(1)Correva l’anno 1997 quando Nazzareno Graziano Meneghini arriva in soccorso al ristorante dell’albergo più “in” dell’isola di Capri. Non vi sveliamo subito il nome di questa eccellenza gastronomica, certi del fatto che saprete riconoscerlo leggendo quanto segue:

È Capri. Totani e quaglie, profumo di zagara, di pepe del Sichuan e del cupo sottobosco alpino, aglio e scalogno, pezzogna appena scottata e petto di piccione affumicato.

Come avrete intuito, siamo al ristorante Quisi, immersi nell’atmosfera fiabesca di un luogo che può vantare una tradizione ultra-centenaria di classe, stile, eleganza e raffinatezza. Lo chef del ristorante ha voluto aprire la propria cucina ai palati raffinati, in grado di apprezzare tutte le sfumature di una cucina che potremmo definire, senza correre il rischio di essere smentiti, naïf.

Un indimenticabile viaggio che si snoda lungo cento ricette, tra i sapori e i colori più svariati, tra gli accostamenti più arditi, tra i prodotti più ricercati.

Ed ecco spuntare dalla penna dello chef un sontuoso filetto di sogliola impanato alle erbe e pompelmo rosa, al quale seguono un delizioso risotto di astice all’aglianico, ravioli capresi con pomodorini e basilico e uno sfizioso filetto di sampietro arrosto con melanzane e pomodorini marinati. Per concludere, un superbo aspic con fragoline di bosco e more.

Questo è solo uno dei tantissimi menù che anche voi potrete creare, scegliendo tra le tantissime proposte di Luciano Pignataro e Nazzareno Meneghini. Splendide le fotografie che accompagnano le ricette, scattate dal bravissimo Pasquale Sorrentino.

Che altro dire? Munitevi di grembiulone da cucina, cappello da chef, e correte ai fornelli!

di Monica Mautino