Musical, Maestro

maggio 18, 2001 in Spettacoli da Momy

24508Per chiudere in bellezza la fortunata stagione teatrale de “Il fiore all’occhiello”, il Teatro Alfieri mette in cartellone un musical nuovo di zecca. Torna Manuel Frattini, già applauditissimo in “Un americano a Parigi”, con un’autobiografia che fa provare al pubblico le sensazioni di gioia e di sconforto che accompagnano gli artisti nella loro crescita professionale.

Una commedia musicale molto brillante, che vede sulla scena, accanto a Frattini, Fabio Ingrosso e Loredana Sartori (già applauditi in numerose produzioni della Compagnia della Rancia), ed i solisti della Compagnia Teatro Nuovo.

Prodotto da Torino Spettacoli, il musical parte da uno spunto autobiografico: la storia della formazione e dell’evoluzione professionale del protagonista viene ripercorsa con uno stile narrativo che lascia ampio spazio alla verve comica e all’improvvisazione. Protagonisti della scena sono i revival dei musical più noti, da A Chorus Line a Singin’ in the Rain, da Copacabana a The Pajama Game, da Grease a Saturday Night Fever fino alle musiche più belle dei film di Walt Disney e agli evergreen di George Gershwin.

Insomma, una selezione del meglio, reinterpretata da un ‘solista debuttante’ che riesce ad esprimere, con la sua voce e con le sue movenze feline, tutto l’entusiasmo che prova il protagonista dell’opera.

La storia autobiografica offre il pretesto per raccontare le vite tormentate degli aspiranti “teatrali”, ore, giorni e anni spesi in formazione televisiva, in teatri di periferia, con il miraggio del grande salto, del ruolo da protagonista sui palcoscenici più famosi d’Italia. Una storia comune a chiunque si avvicina al mondo dorato e tormentato dello spettacolo: la gavetta è un dazio che chiunque ambisca alla fama e alla notorietà deve pagare. Solo così si affina il talento, si rafforza il carattere, si tempra lo spirito, in altre parole, si diventa dei grandi artisti.

Manuel Frattini ha saputo cogliere al volo l’enorme opportunità che il “maestro” gli ha offerto, ottenendo un consenso unanime di critica e di pubblico. Nello show come un jolly guizza, imita, diverte, e si diverte. Perfettamente a suo agio sia con le flessibili scarpe da jazz che con le adorate claquettes, anche scalzo, quando con molta ironia caratterizza “il tenebroso” del musical, è incontenibile. Il suo peso piuma gli consente prese inverse: sono le ballerine che lo sollevano e lo afferrano in volo con grande facilità e con un notevole effetto esilarante! Stilisticamente perfetto, è un concentrato di energia che unisce la grazia di un danzatore classico all’acrobaticità di uno stuntman.

Musical, Maestro

Dal 15 al 20 maggio 2001, feriali ore 20.45, festivi ore 15.30

Teatro Alfieri, Piazza Solferino, 4 – Torino

Prezzi: Platea da 43 a 46.000 L., galleria da 38 a 41.000 L.

Informazioni: tel. 011.562.38.00

di Monica Mautino