Movement Torino Music Festival

ottobre 26, 2010 in Spettacoli da Redazione

Movement 2009Apre le danze il 26 ottobre il Movement Torino Music Festival 2010! Fino al 31 ottobre sarà una vibrante esperienza tra opening party, conferenze, musica, cinema e grande festa finale al Palaolimpico con i più grandi protagosnisti della scena dance e dell’elettronica a livello internazionale. Il progetto Movement nasce a Detroit e richiama dj e produttori famosi in tutto il mondo per stile e tecnica. Torino si prepara ad offrire, in linea con il progetto americano, una grande festa in luoghi straordinari e simbolici, palazzetti olimpici e club, musei e atenei, confermandosi l’appuntamento più atteso in Italia dagli amanti della musica elettronica.

Gli appuntamenti cominciano martedì 26 ottobre alla Facoltà del Cinema e dei Mezzi di Comunicazione. Presso l’aula 1T in Corso Castelfidardo 30/a dalle 10.30 alle 12.30, appuntamento con il workshop gratuito di Miguel Bustos dal titolo Industria musicale, Tecnologia e Comunicazione. Le nuove prospettive del Neuro-marketing. Moderato dal docente Massimiliano Spano, l’incontro parlerà di processi percettivi singoli e collettivi e della vera o presunta efficacia delle campagne pubblicitarie di massa attive sui vari canali, dalla carta stampata al web, dalla televisione al cinema, fino ai grandi eventi sportivi e musicali.

Movement poi entra nel vivo con l’inaugurazione ufficiale giovedì 28: il warm up party @ Blanco in Piazza Vittorio, dalle 22.00 con ingresso gratuito, vedrà al mix gli italiani Dj Torpez, Hugo, e il talento canadese della techno internazionale Greg Gow, storico collaboratore di Derrick May ed esponente della Transmat, la più datata etichetta di musica dance al mondo.

Venerdì 29 ottobre si entra nel vivo del festival con una giornata densa di appuntamenti. Dalle 10.30 alle 12.30, a ingresso gratuito, secondo appuntamento con i workshop gratuiti in collaborazione con la Facoltà di Ingegneria del Cinema e dei Mezzi di Comunicazione del Politecnico di Torino. In Corso Castelfidardo 30/a, presso l’aula 2T, si svolgerà Moviescapes: l’Elettronica incontra il Cinema, incontro in cui Robert Hood, Derrick May e Gary Bradow spiegheranno al pubblico gli intrecci comunicativi che si creano fra una colonna sonora musicale e le immagini di un film e la creazione di un opera finale in cui la musica svolge il ruolo di vero e proprio paesaggio sonoro. L’incontro, moderato dal docente Massimiliano Spano, vedrà impegnati il dj e produttore Derrick May, ambasciatore di Movement nel mondo, il regista Gary Bradow e Robert Hood, dj e produttore musicale fondatore della storica etichetta discografica Underground Resistence, punto di riferimento assoluto per la creatività nella musica elettronica mondiale. Si parlerà del documentario Hi Tech Soul, che racconta la storia della nascita ed evoluzione della musica techno a Detroit e dell’uso della tecnologia digitale in ambito musicale e cinematografico, oltre che del proficuo rapporto che lega Robert Hood al cinema e che lo vedrà impegnato in serata al Museo Nazionale del Cinema di Torino in una sonorizzazione.

La giornata continua poi alle 18.00 presso la sede Fnac di Via Roma con l’incontro gratuito organizzato da Movement Torino Music Festival e Red Bull Music Academy tra Derrick May, leggendario pioniere della della scena techno mondiale, ed il giovane e talentuoso dj in ascesa Kyle Hall. La scena di Detroit continua ad essere un punto di riferimento internazionale e uno dei centri propulsori della rivoluzione sonora elettronica che ancora oggi mostra vitalità e classe creativa. I due dj, vecchia e nuova guardia del fenomeno, si raccontano al pubblico e parlano delle proprie idee ed esperienze personali in relazione alla musica.

Si cambia scenario poi alle 20.00 in compagnia del carismatico Robert Hood che presenterà alla Mole Antonelliana, sede del Museo Nazionale del Cinema, a ingresso gratuito, una delle avventure creative più eccitanti della sua carriera, la sonorizzazione del film The Omega Man, pellicola del 1971 diretta da Boris Sagal ispirata ad un romanzo del 1954, I’m Legend dello scrittore Richard Matheson e di cui nel 2007 è stato girato il remake dal titolo omonimo con Willy Smith. Hood traspone le sue sensazioni in musica, sonorizzando una desolata e post-apocalittica Los Angeles con suoni elettronici puri ed incontaminati. Le sequenze del film saranno tagliate, messe in loop e riprocessate, in modo da creare un’iterazione totale con la linea sonora disegnata da Hood in tempo reale. La musica techno ancora una volta sarà omaggiata come simbolo trainante di un attitudine creativa che non si lega solo alla realtà dei club ed eventi musicali ma si esprime in contesti diversi con un estetica accattivante e contemporanea.

Kyle HallIn serata, tutti nuovamente in pista per ballare al party d’inaugurazione al Kogin’s Club. Dalle 23.00, la performance musicale con ingresso gratuito, avrà per protagonista il talentuoso e giovanissimo dj Kyle Hall che con i suoi 18 anni è il vero e proprio enfant prodige della scena deep house di Detroit. Classe ’91, Kyle Hall è appassionato di musica techno e house dagli undici anni d’età. Grazie agli insegnamenti di Dj Raybone Jones, Rick Wilhite e Mike Huckaby, Kyle comincia a suonare nei migliori club e nelle stazioni radio della zona a soli quindici anni, mentre a sedici collabora con Omar S con cui pubblica il suo primo album. Recentemente ha suonato al Ministry of Sound di Londra, al Panorama Bar di Berlino e al DC10 di Ibiza.

Sabato 30 ottobre appuntamento al Patio Club dalle 24.00, con ingresso a 25 euro, salgono in consolle Federico Grazzini e dopo di lui, uno degli artisti più carismatici della scena elettronica internazionale, Sven Väth.

Federico Grazzini è un brillante dj italiano che suona con tecnica ed energia brani house e techno dalla forte influenza funk. Dj resident al Tenax di Firenze, allo Zooproject e al Privilege di Ibiza per il Saturday Night Project, i suoi live hanno già toccato molti altri importanti club del circuito internazionale.

Star della serata sarà poi il pioniere della musica techno in Germania Sven Väth, che con la sua carriera ventennale è ad oggi uno dei più popolari dj internazionali. Il suo locale Omen a Francoforte ha infiammato per dieci anni il cuore del pubblico con incredibili live set. Nel 1997 esporta la serata Coocon in diverse città europee, il marchio diventa poi anche la sua etichetta musicale e nel 2004 il locale omonimo a Francoforte che rapidamente viene giudicato uno dei migliori locali di musica techno europei, continuando in parallelo la sua instancabile attività di dj.

Domenica 31 ottobre al PalaOlimpico, ex Isozaki, dalle ore 22.00, Movement Torino Music Festival raggiunge il suo apice schierando in tre sale attrezzate, MiTo stage, Resident Advisor stage e Kappa stage, le star dell’elettronica internazionale tra cui Derrick May, The Chemical Brothers, 2ManyDJs, Ellen Allien, Dixon, Carotte, Patrice Scott, Keith Worthy, Ernesto Ferreyra, Guillame & The Coutu Dumont e Ilario Alicante.

Presente in tutte le edizioni di Movement, l’inossidabile Derrick May: dj e produttore universalmente noto che insieme a Juan Atkins, Carl Craig e Kevin Saunderson è considerato uno dei re del sound di Detroit, oltre che ad essere il fondatore del festival gemello americano di Movement Torino, il Detroit Electronic Music Festival o DEMF, il più grande evento dance al mondo.

The Chemical Brothers, nome collettivo dei “fratelli chimici” Tom Rowlands ed Ed Simons, sono un duo inglese che ha fatto la storia della musica elettronica: a Movement propongono un dj set adrenalinico e contagioso in un mix di electro, acid house e chemical beat.

A loro si aggiunge un altro collaudato duo, i 2ManyDjs, i fratelli David e Stephen Dewael
e, che presentano a Torino uno dei loro dj set senza respiro, un vero e proprio marasma di citazioni, rimandi al passato, chicche d’antologia e tormentoni del momento uniti a visual creati ad hoc delle copertine dei dischi suonati in tempo reale che si scompongono e muovono mescolandosi tra loro.

Per maggiori info …

www.movement.it che contiene l’elenco dei migliori punti vendita ufficiali dove trovare i biglietti e tutte le informazioni sul festival.

di Randomix