Mostra Mercato della Toma di Lanzo

luglio 11, 2005 in Enogastronomia da Momy

…il problema sarà convertire una città industriale in una nuova realtà. Vivremo le stesse situazioni di città inglesi ed americane (Chicago) che hanno dovuto convertire radicalmente le attività produttive. Noi caschiamo proprio nel pieno della più pesante crisi economica vissuta in Italia dal dopoguerra ad oggi!

La vedo un pochino più dura per Torino che dovrà sviluppare il commercio della TOMA di Lanzo oppure la produzione della barbera di Asti, oppure incentivare il mercato dei cani da tartufo…

Mostra Mercato Toma di LanzoCi sono delle situazioni che, nella loro pur triste vena, riescono a far sorridere. Queste frasi sono un estratto di uno sfogo più ampio, dettato dalla pesante situazione che la città di Torino vive in questo periodo. Trovo significativo il fatto che il primo pensiero dello scrivente sia andato, come rimedio possibile di alcuni mali, alla Toma di Lanzo.

Questo può fondamentalmente significare due cose. Primo, che l’enogastronomia ed i prodotti di qualità possono effettivamente diventare una fetta significativa dell’economia del Piemonte. Secondo, che il paniere dei prodotti tipici della Provincia di Torino è riuscito nel suo intento, che era quello di far conoscere i prodotti tipici dei luoghi, etichettandoli con diciture ben precise. In Piemonte infatti la produzione di tome non è limitata alla zona delle valli di Lanzo, ma sono queste quelle che restano impresse nella mente e nei palati degli appassionati della buona tavola come best in class.

E’ quindi un obbligo, oltre che un piacere, perorare la causa di questo antico formaggio. Già intorno alla metà del Quattrocento infatti Pantaleone da Confienza descriveva il sapore piccante della toma stagionata delle Valli di Lanzo. A rendere omaggio al suo sapore è il comune di Usseglio che organizza, da ormai 9 anni una Mostra mercato della Toma di Lanzo e dei formaggi tipici d’alpeggio. La manifestazione, che si svolge dal 15 al 17 luglio su una area di 1.000 mq coperta e 1. 500mq all’aperto, prevede il coinvolgimento di diverse realtà della comunità montana. Alla Mostra parteciperanno oltre 80 espositori tra cui gli associati del Consorzio Agroalimentare delle Valli di Lanzo e gli Artigiani di Montagna. Verrà allestito il Borgo dei Margari, dove allevatori e casari proporranno le loro specialità. Un Percorso del gusto consentirà al pubblico di degustare la Toma di Lanzo, i formaggi di alpeggio, insaccati tipici e dolci valligiani con l’adeguato abbinamento dei vini tipici piemontesi. Nel corso della tre giorni una giura di esperti Onaf premierà i migliori formaggi nella categorie bovino, caprino e ovino.

Gli appassionati di arte potranno visitare sia la mostra Dal latte alla Toma…ed altro a cura di alcune scuole della Valli di Lanzo, sia la mostra temporanea di Acqueforti ed Litografie del pittore Nick Edel, ospitata nel Museo Alpino “A. Tazzetti” di Usseglio.

Per tutta la giornata si potranno effettuare voli panoramici in elicottero con partenza dal campo sportivo, mentre a pranzo e a cena i ristoranti di Usseglio vi attendono con un menù tipico a base dei Prodotti del Paniere.

Sabato 16, alle ore 9.30, è inoltre in programma un interessante convegno, dal titolo La biodiversità come risorsa, all’interno dei quali i relatori si confronteranno sul tema I formaggi di montagna come elementi di salvaguardia e valorizzazione del territorio montano e strumenti per la conservazione del patrimonio culturale di un territorio. La partecipazione è gratuita (prenotazione consigliata telefonando allo 0123-83720 o scrivendo a [email protected]) e prevede anche una degustazione comparata di formaggi delle Valli di Lanzo.

9^ Mostra mercato della toma di Lanzo e dei formaggi tipici d’alpeggio

Usseglio – 15-16-17 luglio 2005

di Monica Mautino