Moscato Wine Festival 2004

maggio 23, 2004 in Enogastronomia da Momy

GhigoPiazza Vittorio, ovvero la piazza più grande d’Europa, dal 27 al 29 maggio, giorni nei quali, si spera, il clima sarà clemente, dalle 18.30 alle 23.30 si animerà come per incanto, trascinando i torinesi (e non solo loro) in un’avventura di grande fascino.

Al centro della scena non una rock star, un attore famoso, un presentatore simpatico (in realtà quello c’è, ma ve ne parleremo più avanti!), un calciatore, un politico in comizio pre-elettorale bensì… un vino! Ebbene sì, tre giorni dedicati al Moscato, un nettare prezioso vanto del territorio piemontese. Il Moscato Wine Festival, promosso ed organizzato dall’associazione GoWine e giunto alla sua quarta edizione, può fregiarsi da quest’anno del patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali.

Durante la manifestazione i visitatori potranno destreggiarsi tra i banchi d’assaggio sui quali potranno trovare ben 250 etichette, per soddisfare qualunque palato. Ai banchi gli attori principali saranno i produttori, che saranno ben contenti di soddisfare le curiosità degli appassionati di questo vino o di chi ancora non lo conosce.

Per l’occasione è allestita, in collaborazione con i sommelier dell’Ais, la Grande Enoteca del Moscato italiano che condurrà i visitatori in un percorso eno-turistico che parte dalla Val d’Aosta per concludersi nell’assolata Pantelleria. Parallelamente è presente anche l’Enoteca dei Moscato del Mondo, che presenta e documenta la diffusione di questo vitigno nei vari continenti.

Altre sezioni speciali riguarderanno l’Asti Spumante (in collaborazione con Il Consorzio dell’Asti) e la Grappa di Moscato.

Testimonial della quarta edizione della rassegna (il simpatico presentatore di cui sopra) è Paolo Brosio, volto noto della televisione, affermatosi sul grande schermo dopo una brillante carriera giornalistica in trasmissioni come Quelli che il calcio e Domenica In; in questa stagione è al timone, insieme a Paola Saluzzi, di Linea Verde.

Il sipario del festival si apre giovedì 27 alle ore 18.00 con la cerimonia inaugurale, alla presenza dell’On. Teresio Delfino e del Presidente della Regione Enzo Ghigo, cui farà seguito la presentazione della Carta Mondiale del Moscato, che testimonia la grande diffusione di questo antico vitigno.

In serata un’interessante “Viaggio fra i moscato d’Italia”, degustazione guidata organizzata con la collaborazione del Seminario Luigi Veronelli, nel corso della quale verranno presi in esame otto tipi diversi di moscato.

Venerdì 28 alle ore 21 il “Giro d’Italia tra dolci e Moscato”, in cui i vini provenienti da diverse regioni sono abbinati ad altrettante specialità dolciarie tipiche, in un connubio ideale tra profumi e sapori della nostra penisola.

Sabato 29 alle ore 18,30 un talk-show alla presenza di Paolo Brosio, del giornalista-scrittore Gigi Padovani che presenterà il libro “Nutella un mito italiano” (Rizzoli Editori), e di altri importanti ospiti che discuteranno il tema della “dolcezza” in tutte le sue accezioni: da percezione organolettica a intramontabile qualità.

Alle ore 21.30 sarà la volta di “Dentro l’anima delle colline” programma ed eventi dell’Enoteca Regionale Colline del Moscato, sita nello spendido castello seicentesco di Mango, paese a cavallo delle Valli Belbo e Tanaro.

Un momento di attenzione è dedicato anche all’ADMO con un’iniziativa di carattere benefico promossa dalla Produttori Moscato d’Asti Associati che sarà presentata proprio durante i giorni della manifestazione.

Aderiscono alla manifestazione con un’interessante iniziativa anche alcuni tra i Ristoranti della Tavolozza del capoluogo piemontese, promotori da sempre della cultura di territorio e della gioia di “vivere bene e meglio” qualificando la propria esistenza anche grazie ad una alimentazione gratificante. Dal 22 al 29 maggio presso i loro locali offriranno ai clienti, per concludere in dolcezza il pasto, un calice di Moscato selezionato dai Produttori Moscato d’Asti Associati.

di Monica Mautino