Melania

febbraio 25, 2001 in il Traspiratore da Redazione

C’è una stella che occhieggia,

lassù dietro i rami

che si van radi

da un cuore nero

che è così vuoto

perché così pieno.

E’ proprio nulla quaggiù,

solo un silenzio

dietro ad una strada

solo un calore

senza colori

solo uno specchio,

solo uno spicchio

di cielo;

solo un po’ d’allegrezza

per me che trasmette

nell’aria,

e solo una voce

che dice grazie

per l’angolino nascosto

provvisto dal tempo

e alla notte,

e da un vegetale.

La vita è Melania.

E non c’è più bisogno

d’ubriacarsi,

né di gridare;

non ci sono più sbagli,

né la ricerca inquieta

d’una parola

che finga da amica.

Qui sono solo

ma questo calore

durerà ancora,

una frazione,

sento che ognuno

può andar dove vuole,

e dove può.

Il Traspiratore – Numero 28

di Marco Racca