LUISA RABBIA “UNDER THE SAME SKY”

luglio 24, 2009 in Arte da Barbara Novarese

Luisa Rabbia

La vita: il viaggio per antonomasia, il viaggio nella sua accezione più completa.

Dalla nascita alla morte, attraverso percorsi che si arricchiscono di memorie, esperienze, immagini, racconti… dal sorgere del sole fino al tramonto.

“In viaggio sotto lo stesso cielo” non segue un ordine cronologico, ma si alimenta di nostalgia che fluttua tra elementi di realtà vissuta e convinzioni fantastiche.

Luisa Rabbia, con particolare forza introspettiva, costruisce “un viaggio” negli spazi della fondazione Merz, intrecciando il suo mondo fatto di solitudini, di precarietà psicologiche e di ricordi con le immagini tratte dalle vite di altri. Attraverso i suoi tre lavori (un video e due installazioni), Luisa invita l’osservatore a ricreare un proprio cammino, interiorizzandolo con l’aiuto di figure e disegni.

Travels with Isabella, The following day (no one died) e Under the same sky sono i tragitti di un solo grande percorso ma, nello stesso tempo, delineano tre momenti autonomi, come rappresentazione un’esperienza vissuta.

Il video Travels with Isabella, Travel Scrapbooks 1883/2008 è stato ideato durante la residenza nell’Isabella Stewart Gardner Museum di Boston. Ispirata dagli album fotografici della collezionista Isabella Stewart Gardner (1840-1924), raccolti durante il viaggio in Cina nel 1883, Luisa Rabbia realizza un affascinante percorso animato in cui la Cina è il palcoscenico per la vita di due donne, narrata da immagini e musica (musica di Fa Ventilato).

Nell’installazione The following day, no one died, posta su una parete della Fondazione, il segno su porcellana dialoga con l’elettrocardiogramma del padre eseguito due anni fa in un tentativo di estendere il passato nel presente e non fare morire quel momento lontano.

Infine, Under the same sky, trae inspirazione dall’incontro di tre culture diverse (quella italiana con quella marocchina e rumena), con un messaggio orientato all’immigrazione che la coinvolge direttamente a causa del suo trasferimento negli Stati Uniti.

Dal 19 giugno al 20 settembre 2009

Da martedì a domenica, ore 11-19

Fondazione Merz: Via Limone 24, 10141 Torino

Ingresso:
5 euro intero, 3,50 euro – ridotto (studenti, gruppi organizzati min. 10 persone), gratuito – bambini fino a 10 anni, maggiori di 65 anni, disabili e ogni prima domenica del mese

Per Informazioni:

tel 011.19719437

sito www.fondazionemerz.org

email [email protected]

di Barbara Novarese