Lo straniero

luglio 5, 2002 in il Traspiratore da Tiziana Fissore

Che fai

sotto queste nuvole,

chiede un cielo straniero.

Perché

ti lasci cullare da queste onde,

chiede un mare ignoto.

Dove vai

un passo dopo l’altro,

chiede una terra sconosciuta.

Come osi

sostare vicino a casa mia,

chiede una voce scostante.

La voce di ch’ignora

di esser straniero

davanti agli altri

e davanti a se stesso.

Il Traspiratore – Numero 37-38

di T. Fissore