Lo spettacolo della montagna

luglio 17, 2003 in Spettacoli da Sandra Origliasso

35255

Nella suggestiva cornice del Monte dei Cappuccini la ragazza con l’ombrello in mano parla dell’acqua, recitando. Quindi, si scende sempre più giù dove viene rappresentata una nuova interpretazione di “Se questo è un uomo” di Primo Levi. Prima che la scena finisca, s’incomincia a sentire il sassofono, che diventa un filo conduttore per il pubblico. Su un balconcino riappare l’attrice con l’ombrello che declama in tono ironico una denuncia contro l’istituzione della guerra. Poi, ancora qualche scalino, e appare il bellissimo cortile de il “Museo della Montagna di Torino”. Questi, sono solo pochi assaggi degli spettacoli compresi nel programma dell’ottava edizione de “Lo spettacolo della montagna”.

Esso si svolgerà dal 18 luglio al 10 agosto e toccherà la quasi totalità delle località della Bassa Valsusa. “In attesa del decennale” ha dichiarato Bobo Nigrone “abbiamo ritenuto necessario ritornare alle origini, allestendo gli spettacoli nelle piazze, fortezze e monasteri dei piccoli paesi. Infatti, Sono molte le date previste nelle borgate e frazioni, alcune raggiungibili solo a piedi”. Il festival, completamente gratuito, si aprirà il 18 luglio a Susa (presso il Castello alle 21.30) con lo “Speciale Fabrizio De Andrè” per proseguire il giorno successivo a San Antonino (P.za Libertà; 21.30) con la “Svoboba Orchestra” di Laura Culver. Da segnalare sono inoltre: l’intervento di Enrico Camanni il 29 luglio ad Almese per la conferenza “Il Cielo sopra Torino” (ore 20.30), “Acque. Storie di un pianeta assetato” con Mariapaola Pierini (26 luglio ore 21.30 presso la Chiusa di San Michele), “Kamikaze della risata” della Compagnia Donati & Olsen ( 9 agosto ore 21.30 presso il parco comunale di Coazze). Chiuderà la rassegna “G come guerra” con Mariapaola Pierini e Silvia Elena Montagnini, domenica 10 agosto presso borgata Mocche di Coazze. L’inizio è previsto per le 21.30.

di Sandra Origliasso