Linguaggi Jazz 2001

febbraio 15, 2001 in Spettacoli da Claris

Se oggi possiamo contare su una schiera di giovani jazzisti di talento, molti dei quali piemontesi, e di numerosi appassionati di ogni età, gran merito va certamente alle numerosissime manifestazioni ospitate in Piemonte, da Linguaggi Jazz all’Eurojazz Festival di Ivrea, dal Festival di Pino Torinese alle serate estive.

Il nuovo anno inizia con la presentazione di undici serate d’autore sul palco del Piccolo Regio Puccini a cura dell’Associazione Culturale Centro Jazz. E’ la 6^ edizione della rassegna Linguaggi Jazz 2001, in scena ogni sabato dal 20 gennaio al 31 marzo 2001.

Alla ribalta ci saranno solisti d’assoluto prestigio, in complessi attivi e consolidati da anni, ma anche gruppi di più recente formazione. Tutti uniti per regalare agli spettatori quelle sensazioni di triste rassegnazione, unite alla speranza di cambiamento tipiche della musica malinconica e dolente, ma allo stesso tempo pregna di messaggi di speranza del vero jazz. L’incessante incontrarsi, dividersi e ritrovarsi delle diverse individualità musicali è il presupposto che dà origine all’evento creativo jazzistico.

Il jazz come punto di incontro tra americani, europei e italiani che si sono conosciuti e spesso hanno suonato insieme, scambiandosi idee ed esperienze, stringendo sodalizi artistici, questa l’ottica di Linguaggi Jazz 2001. Una mix di esperienze musicali diversissime, con colori e sonorità provenienti da tutti gli altri generi musicali e da tutte le parti del mondo.

Il camaleonte, logo della manifestazione, è stato scelto proprio per simboleggiare la straordinaria capacità del jazz di adattarsi all’ambiente sociale, culturale e artistico, rinnovandosi di continuo nella ricerca dell’amalgama di forme, colori e contenuti espressivi.

Vediamo gli undici appuntamenti in scaletta, con una particolare attenzione alle proposte più attuali e stimolanti del panorama internazionale.

Si inizia il 20 gennaio con l’italian Instabile Orchestra, che ha recentemente festeggiato oltre oceano i dieci anni di attività. Di loro Stephanie Smith scrive “C’è un’anarchia collettiva che permea la solida preparazione musicale di ciascuno dei suoi membri”.

Il 27 gennaio tocca al Tin Hat Trio: il loro stile viene sontuosamente, ma sinteticamente, proclamato “musica da camera a stile libero per il 21esimo secolo” o persino, in mancanza di altri neologismi, “avant-americana”. E’ chiaro che le loro scelte non si adattano a nessun format radiofonico predefinito, né ad alcun particolare settore merceologico.

Si prosegue il 3 febbraio col trio franco svizzero di Daniel Humair (il quale terrà un seminario, il 3 e 4 febbraio, presso la Scuola del Centro Jazz Torino), il 10/2 con i suoni primordiali ed allo stesso tempo classicheggianti, sovente sensibili agli incroci culturali, del Lew Tabackin International Trio ed il 17/2 con la batteria di Al Foster.

Kurt Rosenwinkel e Mark Turner saranno protagonisti il 24/2 proseguendo la lunga tradizione collaborativa tra sax tenore e chitarra che affianca e contrappone le qualità tonali, l’armonia e le linee melodiche dei due strumenti.

Le ultime cinque serate saranno monopolizzate da Dave Douglas, Alberto Mandarini, Han Bennink, Tim Berne e Marc Copland.

Programma

20 GENNAIO: ITALIAN INSTABILE ORCHESTRA

27 GENNAIO: TIN HAT TRIO

3 FEBBRAIO: DANIEL HUMAIR TRIO

10 FEBBRAIO: LEW TABACKIN INTERNATIONAL TRIO

17 FEBBRAIO: AL FOSTER GROUP

24 FEBBRAIO: KURT ROSENWINKEL MARK TURNER QUARTET

3 MARZO: DAVE DOUGLAS “TINY BELL”

10 MARZO: ALBERTO MANDARINI PHOEBUS ENSEMBLE

17 MARZO: HAN BENNINK – STEVE BERESFORD DUO

24 MARZO: TIM BERNE’s “QUICKSAND”

31 MARZO: MARC COPLAND, JOHN ABERCROMBIE, KENNY WHEELER

Informazioni per il pubblico

Info: tel. 011.884.477 – fax 011.812.66.44

Concerti

Sede Piccolo Regio Puccini – Torino (piazza Castello 215) – Orario 21,15

 

Biglietti

Abbonamento a 10 concerti con posto numerato (escluso 20/1) L. 160.000

Posto numerato L. 25.000

Ingresso L. 20.000

Vendita presso

Associazione Culturale Centro Jazz Torino – Via Pomba 4

tel. 011.884.477 – fax 011.812.66.44

orario: lunedì – venerdì h. 14 – 20; sabato h. 14 – 18 

di Claris