Libri da Gustare 2001 – V edizione

dicembre 12, 2001 in Libri da Gustare da Redazione

Risultato
della votazione


Carissimi lettori e buongustai, ecco la graduatoria finale di Libri di Gustare 2001. Mercoledì 12-XII-2001 al Lingotto di Torino, dopo sette mesi di affollate votazioni on line, sono stati proclamati i libri vincitori: complimenti a tutti gli autori!

11% Bambini a tavola – Caterina e Giorgio Calabrese – Piemme Editore
 
10% Alfonso Iaccarino – Alfonso Iaccarino – Bibliotheca Culinaria
 
9% Spunti e spuntini letterari – Rita Rutigliano – GS Editrice
 
8% L’Osteria nuova Una storia italiana del XX secolo – Alberto Capatti con un epilogo di Paola Gho – Slow Food editore
 
7% La cucina di Sicania – Salvatore Vullo – Gruppo Edicom
 

 
6% Bello da mangiare Il cibo come forma simbolica nell’arte – Ave Appiano – Moltemi editore
 
5% La cucina delle Langhe del Barolo I Menu della memoria – Armando Gambera – Cantina Comunale di La Morra
 
5% Trifulas Pulenta e Còccas Patate polenta e castagne
Ricette di ieri e di oggi in Val Grande
– Carla Parsani Motti, Cesie Griva Rinaldi, Maria Angela Leotardi Cervetti Associazione Donne di Chialamberto – Neos edizioni
 
5% A tavola con gli zar – Dada Rosso con disegni di Costanza Paladini – ETM editore
 
10° 4% I cattivi elementi Storie di acqua, di aria, di fuoco e di terra – Carlo Grande – Fernandel editore
 
11° 4% Ed è subito Martini – Lowell Edmunds – Archinto editore
 
12° 4% Lo stomaco della Repubblica Cibo e potere in Italia dal 1945 al 2000 – Filippo Ceccarelli – Longanesi editore
 
13° 4% Le stagioni dell’uva e del vino – Elma Schena e Adriano Ravera con acqueforti di Teresina Terreno e prefazione di Folco Portinari – Fogola edizioni
 
14° 4% Atlante dei prodotti tipici I Formaggi – introduz. Corrado Barberis – Agra Rai Eri
 
15° 3% La pasta Storia e cultura di un cibo universale – Silvano Serventi e Francoise Sabban – Editori Laterza
 
16° 3% La riCettina Le ricette di Cettina – Lunetta Savino – Ediz. RAI ERI
 
17° 3% Il golosario Guida alle 1000 e piu’ cose buone d’Italia – Paolo Massobrio – ed. Ecomunica
 
18° 2% Elogio della zucca – Gina Lagorio – Edizioni Rizzoli (La Scala)
 
19° 2% Capri Nella cucina del Quisisana – Luciano Pignataro e Nazzareno Graziano Menghini – Liguori editore
 
20° 1% Cade a fagiolo – Flavio Birri e Carla Coco – Marsilio editore
 


Interviste agli autori


Giorgio Calabrese
Carlo Grande
Dada Rosso
Filippo Ceccarelli



Ecco l’elenco dei libri che hanno partecipato a Libri da Gustare 2001 – V edizione

A
tavola con gli zar

Dada Rosso con disegni di Costanza Paladini

ETM editore – L. 30000
Un saggio che racconta un’inedita storia dell’ex Unione Sovietica
attraverso le vicende del cibo. Il libro, denso di informazioni, curiosità
e sollecitazioni culturali rappresenta per il lettore una stuzzicante
ed originale sintesi tra sapere e sapori. L’edizione, a tiratura limitata,
e’ arricchita dai disegni di Costanza Paladini che si rifanno all’uso
del samovar.
 
Alfonso
Iaccarino
Alfonso Iaccarino

Bibliotheca Culinaria – L. 120000 – pag. 183
Un intero libro dedicato ai coniugi Alfonso e Livia Iaccarino che
a Sant’Agata sui due Golfi (Napoli) danno libero sfogo alla loro vena
gastronomica nel ristorante Dol Alfonso 1890. 80 ricette raggruppate
secondo le stagioni ed illustrano piatti per I quali il ristorante
è famoso; foto a tutta pagina accompagnano la maggior parte delle
ricette facendo rivivere la meticolosa attenzione di Iaccarino per
la forma ed il colore.
 
Atlante
dei prodotti tipici I Formaggi
introduz. Corrado Barberis

Agra Rai Eri
Latte, bianco, purezza, vita: e poi? Formaggi, golosità, delizia del
palato, ricercatezza di intenditore, cultura, tradizione. Ci sono
in Italia 423 formaggi diversi descritti nelle oltre 700 pagine di
questo libro: dove come quando. Per non dimenticarsene uno. Un’arca,
più che un atlante. Non è forse un tesoro?
 
Bambini
a tavola
Caterina e Giorgio Calabrese

Piemme Editore
Gli autori hanno voluto mettere a disposizione di altri genitori le
loro esperienze nutrizionali e gastronomiche fatte sul campo. Oltre
ad una parte che permette di orientarsi su una giusta metodologia
nutrizionale, il libro riporta una serie di menu adeguati a varie
situazioni sia fisiologiche che patologiche: dall’obesità, alla magrezza,
alla febbre, etc. Tutte le ricette sono testate sul campo e gradevoli
per I bambini, futuri gourmet.
 
Bello
da mangiare Il cibo come forma simbolica nell’arte
Ave Appiano

Moltemi editore – L. 32000 – pag. 142
Un gradevole saggio di attraente lettura per avvicinarsi alle opere
d’arte non soltanto con la vista ma anche attraverso il gusto e l’olfatto.
Artisti ed opere che, dal Medioevo al Novecento, hanno ritratto cibi
e scenari conviviali vengono reinterpretati per essere gustati nella
loro completezza. Non mancano veloci ricette per cucinare alcuni dei
piatti descritti nelle tele dei grandi maestri del colore.
 
Cade
a fagiolo
Flavio Birri e Carla Coco

Marsilio editore – L. 24000 – pag. 184
Autori di questo volume sono I curatori della rubrica settimanale
“Cibo e dintorni” del Gazzettino di Venezia. In tempi di mucca pazza,
il fagiolo cade a fagiolo. Il libro raccoglie storie, miti e pregiudizi
ed in chiusura vengono suggerite alcune ricette speciali proposte
nei tempi da gourmet quali Apicio, Messisburgo, Gaudenzio, Artusi
o Paul Bocuse che proponeva ai ghiottoni di tutta Europa I “fagioli
bianchi alla Provenzale”.
 
Capri
Nella cucina del Quisisana
Luciano Pignataro e Nazzareno Graziano Menghini

Liguori editore – L. 45000 – pag. 182
E’ il racconto della creatività di Nazzareno Graziano Menghini e delle
possibilità del Quisisana, un albergo ricco di storia, una vera isola
nell’isola, costruito in uno dei punti più riparati e soleggiati di
Capri intorno alla metà dell’Ottocento. Non un libro di cucina, ma
un percorso culturale, in cui ad ogni ricetta viene abbinato un pezzo
dell’albergo: un mobile, una statua romana, un vetro, un dipinto,
persino il famoso umidificatore per sigari del Quisi Bar.
 
Ed
è subito Martini
Lowell Edmunds

Archinto editore – L. 30000 – pag. 153
E’ la storia di un mito: un cocktail simbolo che Krusciov definì “l’arma
più micidiale degli Stati Uniti”. Non un semplice aperitivo, ma il
simbolo di un modi di vivere.
 
Elogio
della zucca
Gina Lagorio

Edizioni Rizzoli (La Scala) – L. 28000 – pag. 246
Storie che si snodano con la naturalezza del racconto orale, i personaggi
che prendono corpo e vita nei dialoghi, i luoghi che si accendono,
nella mente del lettore, di colori e suoni familiari. La naturalezza
dei sentimenti, le situazioni quotidiane e la banalità del vivere
e dell’amare si arricchiscono dei temi della memoria e del rimpianto,
e le cose si animano, suscitano moti d’affetto (come la zucca di cui
nell’ultimo capitolo viene tessuto l’elogio) o evocano ricordi.
 
I
cattivi elementi Storie di acqua, di aria, di fuoco e di terra
Carlo Grande

Fernandel editore – L. 20000 – pag. 160
In questo piccolo manuale di resistenza civile I cattivi elementi
si ribellano al conformismo ritrovando la propria dignità ed il senso
della natura. Premio Montà d’Alba, Carlo Cocito 2000.
 
Il
golosario Guida alle 1000 e piu’ cose buone d’Italia
Paolo Massobrio

ed. Ecomunica
Paolo Massobrio ci guida, passeggiando tra le regioni, alle mille
e più cose buone d’Italia: non solo prodotti ma anche produttori,
cantine, e ricette.
 
La
cucina delle Langhe del Barolo I Menu della memoria
Armando Gambera

Cantina Comunale di La Morra – L. 25000 – pag. 142
Edizione ampliata di un libro uscito nel 1992 con il titolo La cucina
e i vini di La Morra. I menu e di conseguenza le ricette sono rigorosamente
di tradizione, interessanti le annotazioni di costume e di storia
che descrivono momenti di vita vissuta. E come dice l’autore nell’introduzione:
E’ dedicato a chi non ama I gamberi in salsa rosa, a chi la rucola
la mette con parsimonia soltanto nell’insalata…. A chi sa distinguere
un piatto di territorio da uno che viene spacciato per tale …..
 
La
cucina di Sicania
Salvatore Vullo

Gruppo Edicom – pag. 145
La Sicania, ovvero le zone centro-occidentali della Sicilia abitate
dalle popolazione Sicane viene raccontata attraverso le sue specialità
gastronomiche ricche di ingredienti poveri, che con estro e fantasia
hanno dato vita a cibi e dolci gustosi e prelibati, in gran parte
dimenticati. L’autore, attraverso la sua profonda conoscenza di questi
luoghi selvaggi, aspri, brulli ma al tempo stesso ricchi di fascino,
ha ricostruito le storie, i miti, i riti, le tradizioni popolari e
l’intimo legame con il territorio.
 
La
pasta Storia e cultura di un cibo universale
Silvano Serventi e Francoise Sabban

Editori Laterza – L. 35000 – pag. 511
Una delle ricerche più complete ed esaurienti sull’argomento in cui,
con grande rigore scientifico, viene descritto l’universo della pasta,
che non e’ solo quello italiano (descritto da Serventi), ma anche
quello del sud-est asiatico descritto dalla Sabban.
 
La
riCettina Le ricette di Cettina
Lunetta Savino

Ediz. RAI ERI – L. 16000 – pag. 128
Dallo sceneggiato Un medico in famiglia di Rai uno un assaggio delle
specialità di Cettina, una ragazza alla pari che studia da cantante
lirica ed accudisce alla famiglia di Gabriele Martini, il medico interpretato
da Giulio Scarpati.
 
Le
stagioni dell’uva e del vino
Elma Schena e Adriano Ravera con acqueforti di Teresina Terreno
e prefazione di Folco Portinari

Fogola edizioni
Un volume da collezione, con ricette riguardanti la zona delle Langhe,
ognuna con indicazioni pratiche, ma anche con annotazioni storiche,
curiosità, considerazioni sui luoghi, stagioni e peculiarità della
cucina.
 
Lo
stomaco della Repubblica Cibo e potere in Italia dal 1945 al 2000
Filippo Ceccarelli

Longanesi editore – L. 30000 – pag. 375
Una documentata, attenta e lucida carrellata su come siano mutate
le consuetudini alimentari dei politici dalle tristi minestrine in
brodo della ricostruzione e dei Costituenti fino al cuoco Michele
di Berlusconi ed ai risotti alla Bruno Vespa dei duo D’Alema-Vissani.
 
L’Osteria
nuova Una storia italiana del XX secolo
Alberto Capatti con un epilogo di Paola Gho

Slow Food editore – L. 24000 – pag. 224
Un libro che vuole essere l’ultimo capitolo della grande storia delle
osterie italiane, un racconto sui luoghi di ristoro, sugli osti che
ne hanno determinato la fisonomia, sui piatti che ne hanno fatto la
fortuna.
 
Spunti
e spuntini letterari
Rita Rutigliano

GS Editrice – L. 20000 – pag. 145
Uno sguardo goloso sulla letteratura: una selezionata antologia di
citazioni sul cibo tratte dalle opere di 249 scrittori italiani e
stranieri.
 
Trifulas
Pulenta e Còccas Patate polenta e castagne Ricette di ieri e di oggi
in Val Grande
Carla Parsani Motti, Cesie Griva Rinaldi, Maria Angela Leotardi
Cervetti Associazione Donne di Chialamberto

Neos edizioni – L. 24000 – pag. 93
E’ un viaggio nella cucina della Val Grande di Lanzo con ricette raccolte
in luoghi diversi e consegnate dalla viva voce delle donne che le
hanno apprese dalle mamme e dalle nonne in una lunga catena di tradizione
orale. Il racconto delle tre autrici e’ arricchito da bellissime nature
morte, realizzate da un gruppo di artisti torinesi che si sono ispirati
proprio ai prodotti della valle.