Leonardo e Vigevano

ottobre 27, 2009 in Medley da Redazione

Leonardo e VigevanoLeonardo e Vigevano. Il rapporto che lega il genio del Rinascimento e la città ducale si rinsalda, a 500 anni di distanza, con la mostra Il Laboratorio di Leonardo – I Codici, le Macchine e i Disegni, ospitata dal Castello Visconteo fino al 5 aprile 2010.

Il Laboratorio di Leonardo è un grande evento, prodotto da “Leonardo 3”, che proporrà un’esperienza totale su Leonardo da Vinci.

Grazie a tecnologie innovative il pubblico conoscerà i codici più importanti del grande Genio e inedite ricostruzioni fisiche e digitali di strumenti straordinari come la Macchina Volante, il Leone Meccanico, oltre a entrare in contatto con i disegni e i dipinti elaborati con la tecnologia HyperView.

Per la prima volta i visitatori potranno sfogliare virtualmente il Codice Atlantico, il Codice del Volo e il Manoscritto B di Leonardo da Vinci. In particolare, l’intervento effettuato sul Manoscritto B è di grande importanza storica, in quanto tutte le pagine sono state restaurate digitalmente e si presentano quindi come appena scritte da Leonardo.

Ma non è tutto. Le macchine “prenderanno vita” dal foglio in 3D, cosicché i progetti più complessi di Leonardo saranno comprensibili al grande pubblico.

Infatti, oltre a ingrandire i particolari con un dettaglio mai visto prima d’ora, i principali disegni saranno illustrati da animazioni tridimensionali e da modelli fisici, che li renderanno immediatamente leggibili nei loro meccanismi.

L’iniziativa rappresenta la più ampia e affascinante collezione di scritti e disegni di Leonardo da Vinci mai presentata in Italia e abbraccia un rilevante periodo della vita dell’artista, architetto, ingegnere e scienziato.

Il fascino di questa esposizione è dato dalla sua eterogeneità: ci si trova dinanzi a straordinari disegni dedicati alla meccanica, all’ingegneria, all’architettura, alla matematica, alla geometria, all’astronomia, alla botanica, alla zoologia, all’anatomia, alle arti militari e alla fisica.

La mostra, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana, è parte integrante del progetto “Leonardo e Vigevano”, ideato e organizzato da Comune di Vigevano, Provincia di Pavia, Fondazione Banca del Monte di Lombardia e Consorzio A.S.T Agenzia per lo Sviluppo Territoriale, che propone mostre, laboratori interattivi, esperienze multimediali, percorsi storico-ambientali, degustazioni e acquisto di prodotti agricoli, secondo un percorso che coniuga la valorizzazione dei beni culturali con la capacità attrattiva del territorio.

Fino ad aprile 2010, la figura di Leonardo, che conobbe Vigevano e vi soggiornò, sarà il punto di incontro delle diverse risorse del territorio (ambiente, natura, storia, arte), rivelando un aspetto meno noto ma di grande fascino del genio: quello di uomo nuovo del Rinascimento che si interessava di acque, architettura e agricoltura e vedrà un ulteriore appuntamento – nelle scuderie ducali del Castello, dal 3 ottobre 2009 al 31 gennaio 2010 – con l’esposizione dal titolo Splendori di corte. Gli Sforza, il Rinascimento, la città, che analizzerà i legami tra la città di Vigevano, la signoria sforzesca, la figura di Leonardo da Vinci e le testimonianze artistiche presenti su tutto il territorio lomellino.

Il Laboratorio di Leonardo – I Codici, le Macchine e i Disegni.

Vigevano, Castello Visconteo (Piazza Ducale)

13 settembre 2009 – 5 aprile 2010

Orari: dal martedì alla domenica, dalle 9.30 alle 18.30. Lunedì chiuso

Ingresso: intero, 7 Euro; ridotto, 6 Euro, ridotto scuole 3 Euro

(il biglietto della mostra consente, dal 3 ottobre 2009 al 31 gennaio 2010, la visita gratuita a “Splendori di corte. Gli Sforza, il Rinascimento, la città”)

di Redazione