Le nozze di Figaro

novembre 8, 2006 in Spettacoli da Stefano Mola

L’APPUNTAMENTO

matrimonioDall’11 al 15 Novembre arriva al Regio uno dei capolavori della trinità partorita dalla premiata ditta Mozart – Da Ponte: le Le Nozze di Figaro. Oltre alla data inaugurale (ore 20:00, by the way), due altre recite: il 14 e il 15, entrambe alle ore 15:00. Non avete il biglietto? Preparatevi alla coda: tutto esaurito salvo i canonici trenta ingressi, in vendita un’ora prima che le meravigliose, adrenaliniche note dell’ouverture vi risalgano per la spina dorsale (l’autore di queste righe è un mozartiano di strettissima osservanza, pertanto scusatene per gli eccessi). Ma perché abbiamo detto arriva?

IL PROGETTO RegioneInTour

Perché questo spettacolo è il numero uno d’una iniziativa tipo maometto e la montagna, realizzata in collaborazione con la Regione Piemonte. Vivete in provincia, fuori porta rispetto al capoluogo regionale? Bene, ora avete la possibilità di assistere alla grande lirica senza dovervi sempre spostare a Torino. Lo spettacolo che sarà al Regio ha già percorso tre tappe: Alessandria, Novara e Vercelli. Dopo, toccherà ancora Asti, Cuneo e Biella. Dire che l’iniziativa è meritoria, nel caso specifico, ci pare poco. Aggiungiamo anche la scelta del titolo ci pare assai azzeccata: un’opera straordinaria, capace di gratificare sia il fanatico della lirica, sia chi si avvicina, magari per caso, a questa forma dell’espressività umana.

ALLESTIMENTO E INTERPRETI

Nuovo di zecca, firmato da Valter Malosti (leggete l’intervista che ha rilasciato a Sistema Musica) e realizzato dai laboratori di scenografia del Teatro Regio. Le scene sono di Paolo Baroni. I costumi di Laura Viglione sono realizzati con il contributo di KRIZIA che collabora per la prima volta con il Teatro Regio. Le luci sono di Luca Ferioli, le coreografie di Michela Lucenti.

Sul podio, Giuseppe Grazioli torna a dirigere Coro e Orchestra del Regio, – dopo l’esperienza olimpica in cui fu impegnato per la Tempesta di Purcell/Galante. L’eccellente cast impegnato in tutte le dieci recite, eccolo qua: Massimiliano Viapiano (Conte d’Almaviva), Maria Costanza Nocentini (Contessa), Donata D’Annunzio Lombardi (Susanna), Andrea Porta (Figaro), Paola Gardina (Cherubino), Francesca Pedaci (Marcellina), Ugo Guagliardo (Bartolo), Stefano Consolini (Basilio), Antonio Feltracco (Don Curzio), Elia Fabbian (Antonio) e Cristiana Arcari (Barbarina). Maestro del coro è Claudio Marino Moretti.

LE NOZZE DI FIGARO

Che dire, che non sia già stato detto? Un perfetto connubio di drammaturgia e musica. Nell’analisi del gioco amoroso che Mozart e Da Ponte fanno, una specie di perno centrale, tra il teorema con retrogusto amaro che è il Così fan tutte e il motore aristotelicamente immobile del Don Giovanni, dove la commedia si mescola alla tragedia e non sappiamo più bene di cosa stiamo parlando, in bilico tra la risata clownesca e l’ombra della morte.

Qui invece c’è forse la quintessenza mozartiana, quella leggerezza stupita di fronte al mistero dell’amore che trova la sua perfetta incarnazione nel personaggio di Cherubino. Per la trama, vi rimandiamo senz’altro al sito del Regio. Per ulteriori considerazioni, a quanto scrivemmo a suo tempo, presentando lo spettacolo in scena al Regio nel 2004.

INFORMAZIONI

Biglietteria del Teatro Regio

Piazza Castello 215

Tel. 011.8815.241/242

[email protected]

www.teatroregio.torino.it

di Stefano Mola