Le età di Ofelia

maggio 18, 2003 in Spettacoli da Roberto Canavesi

Se l’anno scorso era stato Roberto Latini con il suo Caligola ad occupare lo spazio formativo del Tangram Teatro all’interno della programmazione di “Elogio alla follia”, quest’anno sarà la giovane Silvia Battaglio a dirigere la tre giorni tutta dedicata ad uno dei simboli del teatro moderno, Ofelia: forte della sua esperienza artistica che l’ha portata a cimentarsi negli ultimi anni con la danza-terapia, Silvia Battaglio, reduce dalla tournèe con Romeo e Giulietta nell’allestimento dell’ERT, si appresta ora a vivere intensamente questo work-shop con tanto di performance finale per i partecipanti.

La vicenda dell’infelice amante di Amleto, un’esistenza conclusasi con un tragico suicidio, sarà oggetto di studio ed approfondimento in una rilettura del personaggio che vuole proprio “andare oltre” al doloroso epilogo: quale destino avrebbe atteso se Ofelia se le fosse stata concessa l’opportunità di superare il momento del suicidio? Quale percorso avrebbe potuto intraprendere la giovane figlia di Polonio?

Questi gli interrogativi da cui prenderà il via il lavoro di scavo su di un personaggio certo molto complesso ed articolato in passato già oggetto di letture psicanalitiche. Inquietudini, timori, ansie e speranze di una giovane innamorata che vede sfumare il proprio sogno e la sua esistenza troncarsi nel fiore della giovinezza. E poi ancora che Ofelia sarebbe stata “da grande” se solo il fato le avesse riservato un futuro diverso?

Un tentativo certo ardito ma al contempo di grande fascino quello proposto da Silvia Battaglio per un’indagine a metà strada tra il psicologico ed il teatrale: degna pagina di una rassegna come “Elogio alla Follia” che anche quest’anno annovera un ventaglio di proposte di tutto rispetto.

Le età di Ofelia

work shop sul lavoro dell’attore condotto da Silvia Battaglio

Torino – Teatro Tangram, 16-17-18 maggio con performance finale aperta al pubblico

ingresso gratuito, domenica 18 maggio ore 21.

informazioni e prenotazioni allo 011.338.698

di Roberto Canavesi