Lazio, sapori d’autore

ottobre 23, 2010 in Enogastronomia da Momy

Palatium, l’enoteca Regionale del Lazio, porta al SaIone del Gusto di Torino i sapori del Lazio. Nata con l’intento di comunicare e valorizzare, attraverso l’enogastronomia tipica, la storia, la cultura e le tradizioni dell’intero territorio regionale, l’enoteca è ospitata all’interno dello spazio dedicato alla regione Lazio.

Se siete di corsa, e non volete il classico pranzo/cena seduti a tavola, vi consigliamo vivamente di fermarvi allo stand per assaggiare il “cibo da strada”, che propone supplì, mozzarella in carrozza, panino con porchetta, panino con salsiccia di Monte San Biagio e broccoletti, coppiette di maiale e, per finire, cartoccio di nocciola gentile romana tostata IGP. Ovviamente potete accompagnare il tutto con un bicchiere di buon vino! E qui all’Enoteca la scelta non manca proprio… infatti le etichette tra cui districarvi sono ben 93, così suddivise: 5 bollicine, 38 vini bianchi, 37 vini rossi e 13 vini da dessert.

Se invece siete tradizionalisti nelle consuetudini (ovvero mangiare vuol dire avere “le gambe sotto il tavolo”) ma non nei gusti, ovvero siete pronti a deliziarvi il palato con piatti ora tipici ora creativi, allora non potete assolutamente non provare uno dei convivi proposti.

L’offerta si completa con una serie di incontri tematici, laboratori e degustazioni, tutte ad ingresso libero, in programma ogni giorno sia al mattino, sia al pomeriggio. Ad ogni incontro partecipano produttori ed esperti del settore, per guidare il visitatore non solo nei gusti, ma anche nella storia, nella tradizione e nei luoghi dei prodotti che vengono presentati.

Giovedì 21 ottobre

  • I prodotti freschi della biodiversità romana a cura della CCIAA di Roma [11.00 – 12.00]

  • Laraccolta delle erbe spontanee a cura di Regione Lazio e Slow Food Lazio [12.00 – 13.00]

  • I pani tradizionali a cura della CCIAA di Roma [15.00 – 16.00]

  • La frutta in guscio: la castagna a cura della CCIAA di Roma [16.00 – 17.00]

  • Presentazione del libro “La storia del fagiolo cannellino di Atina DOP [17.00 – 18.00]

  • Pranzo menù della Ciociaria [13.00 -15.00]

  • Cena “Una cucina per l’extravergine” [20.00 -21.00]

    Venerdì 22 ottobre

  • Le carni bovine, ovine ed equine tradizionali fresche e trasformate a cura della CCIAA di Roma [11.00 – 12.00]

  • Antiche sapienze norcine regionali: i salumi tradizionali del Lazio a cura di Regione Lazio e Slow Food Lazio [12.00 – 13.00]

  • Iprodotti trasformati a base di mosto d’uva a cura della CCIAA di Roma [15.00 – 16.00]

  • Gli olii di oliva monovarietali della Provincia di Roma [16.00 – 17.00]

  • Degustazione dei salumi della Provincia di Roma [17.00 – 18.00]

  • La nuova frontiera dei birrai artigianali del Lazio (Laboratorio del gusto) a cura di Regione Lazio e Slow Food Lazio [18.00 – 19.00]

  • Pranzo menù di Rieti [13.00 -15.00]

  • Cena “Metti una birra a cena” [20.00 – 21.00]

    Sabato 23 ottobre

  • I prodotti della pastorizia a cura della CCIAA di Roma [11.00 – 12.00]

  • Formaggi di pecora dell’agropontino a confronto a cura dell’associazione romana allevatori [11.15]

  • La qualità nella tradizione: le eccellenze casearie della campagna romana a cura della Provincia di Roma Assessorato all’agricoltura e CCIAA di Roma [11.30]

  • Presentazione della guida ai prodotti tipici e tradizionali del Lazioa cura del Servizio tutela risorse e vigilanza e qualità produzioni di ARSIAL [12.00 – 13.00]

  • Il valore funzionale dei prodotti della biodiversità a cura della CCIAA di Roma [15.00 – 16.00]

  • Pecorino mon amour a cura di Regione Lazio e Slow Food Lazio [16.00 – 17.00]

  • La nocciola virtuosa di Viterbo (Laboratorio del gusto) a cura di Regione Lazio e Slow Food Lazio [17.00 – 18.00]

  • Biodiversità della Tuscia: capra, cannaiola & co [18.00 – 19.00]

  • Pranzo “Il profumo della Tuscia [13.00]

  • Cena a cura del ristorante Pepe Nero di Capodimonte [20.00 -21.00]

    Domenica 24 ottobre

  • Presentazione del volume “I castelli romani, il paesaggio agrario, il territorio e la sua gente a cura di Clemente Marigliani e Orietta Zanini [11.00 – 12.00]

  • Presentazione della Guida multilanguage agli agriturismi della provincia di Roma per navigatori satellitari [12.00 – 13.00]

  • La filiera dei dolci tradizionali caserecci nei castelli romani e prenestino a cura di Slow Food Lazio e distretto aligroalimentare di qualità Castelli romani e prenestini [15.00 – 16.00]

  • Tiella, zuppa, frittura: storie di mare dentro al piatto [19.00 – 20.00]

  • Pranzo a cura della CCIAA di Roma realizzato dallo chef Paolo Cacciani [13.00 – 15.00]

  • Cena a cura dell’Assessorato all’Agricoltura della Provincia di Roma [20.00 -21.00]

    Lunedì 25 ottobre

  • Gli orti in condotta: da Roma alle campagne e viceversa [11.00 – 12.00]

  • Storie di recupero alimentare e gastronomico a cura di Slow Food Lazio [12.00 – 13.00]

  • Pranzo “Sulle orme della bufala” [13.00 – 15.00]

    di Monica Mautino