La Via del Sale

luglio 28, 2006 in Arte da Cinzia Modena

La rassegna di arte contemporanea “Via del Sale” apre i battenti il 29 luglio e rimarrà aperta fino al 15 ottobre.

La via del SaleQuest’iniziativa è ormai giunta alla sua quinta edizione: è nata nel 2002 da un progetto di Silvana Peira e del noto scrittore Nico Orengo. L’obiettivo principe è quello di promuovere e valorizzare i luoghi di una Langa quasi sconosciuta, ma ricca di paesaggi e di testimonianze storiche, accanto a quella più nota del vino, attraverso i lavori di artisti contemporanei.

La Via del Sale è un’antica strada del commercio che portava dai monti al mare attraverso castelli, antiche pievi, torri medievali e sperdute cappelle propone oggi un itinerario di opere e installazioni appositamente concepite. Geograficamente passava tra il basso Piemonte e la Liguria,

La Via del Sale nasce anche come una sorta di dimostrazione di profondo affetto per un territorio ruvido e complesso come l’Alta Langa: attraverso l’arte si scoprono bellezze paesaggistiche e testimonianze storico-architettoniche, si può godere di momenti di intrattenimento con le molte iniziative collaterali, e si offre la possibilità di apprezzare il patrimonio enogastronomico attraverso il coinvolgimento di enoteche, botteghe e ristoranti locali.

Negli anni passati la Via del Sale ha ispirato opere ed installazioni di 28 artisti: grandi maestri come Aldo Mondino, Nagasawa, Marco Gastini, Gilberto Zorio, Tony Cragg, Nicola De Maria, Luigi Mainolfi e Piero Gilardi, ma anche artisti giovani ed emergenti come Valerio Berruti, Enrico T. De Paris, Marco Porta, Cesare Viel, Luisa Raffaelli.

Gli otto artisti che in questa quinta edizione ci accompagneranno attraverso le antiche strade della Via del Sale sono ancora una volta maestri e giovani dal grande futuro:

Giovanni Anselmo, Italo Antico, Franco Biagioni, Piero Fogliati, Giorgio Griffa accanto a Omar Aprile Ronda e il collettivo Cracking Art, Grazia Toderi ed Ester Viapiano, ciascuno in dialogo con un luogo diverso, con opere artistiche di grande impatto visivo e profonda magia.

La manifestazione presenta un percorso artistico ma anche geografico, riscrivendo lo snodarsi della strada fra luoghi affascinanti e poco conosciuti: la cappella di S. Sebastiano a Bergolo, la cappella di San Rocco a Levice, il castello degli Scarampi a Prunetto, la chiesa di S. Antonio a Camerana Contrada e il Castello del Carretto di Saliceto sono i luoghi prescelti dove gli artisti collocano le loro opere, trovando con essi un intimo legame. Quest’anno e per la prima volta la rassegna, seguendo la sua naturale vocazione, raggiunge la riviera ligure nel meraviglioso Castello di Millesimo e al Palazzo Civico di Spotorno.

Il 29 e il 30 luglio saranno giornate di inaugurazione aperte a tutti: dopo un primo momento di presentazione ufficiale dell’evento si raggiungeranno i singoli siti per partecipare alla presentazione dell’opera da parte dell’artista o del curatore, a momenti musicali e teatrali attraverso tappe di degustazione di prodotti tipici organizzati da enoteche, botteghe, ristoranti locali.

Le diverse sedi espositive saranno poi aperte al pubblico tutti i sabati e le domeniche fino al 15 ottobre, giornata nazionale dell’arte contemporanea.

Via del Sale

quinta edizione

29 luglio – 15 ottobre 2006

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI:

Associazione il “Fondaco”,

via Cuneo 18 Bra (CN),

www.viadelsale.org

di Cinzia Modena