La settimana dei vini torinesi

dicembre 7, 2001 in Enogastronomia da Redazione

Un successo di immagine e l’apertura di una prospettiva di promozione commerciale e di immagine per una vitivinicoltura che punta sulla qualita’ piu’ che sulla quantita’. La “Settimana dei Vini”, promossa da Marco Bellion, Assessore Provinciale all’Agricoltura, prosegue con successo, grazie alla collaborazione di cento tra ristoranti ed enoteche e wine bar aderenti all’E.P.A.T. (Esercizi Pubblici Associati Torinesi). I locali che hanno aderito all’iniziativa propongono degustazioni guidate e gratuite dei vini delle quattro aree insignite della Denominazione d’Origine Controllata: Canavese, Collina Torinese, Pinerolese e Valle di Susa. Oltre 4.000 bottiglie sono a disposizione dei consumatori che desiderano scoprire l’enologia torinese, abbinandola ai piatti della tradizione gastronomica piu’ genuina. Chef e sommelier accompagnano gli avventori in questo viaggio alle radici dell’enogastronomia locale.

“La finalita’ della manifestazione e’ la promozione di quelli che abbiamo definito i ‘vini fuori porta’, ai quali vogliamo dare un valore aggiunto in termini di immagine” spiega la Presidente della Provincia, Mercedes Bresso. “Oggi solo un terzo della produzione di uve da vino della provincia viene vinificato ed imbottigliato. – precisa l’Assessore Provinciale all’Agricoltura, Marco Bellion – Dobbiamo incrementare notevolmente il numero di bottiglie in commercio, salvaguardando e promuovendo la qualita’. Il livello qualitativo attuale e’ gia’ buono, grazie ai progetti realizzati in collaborazione con l’Universita’ di Torino, il C.N.R. ed i Consorzi di Tutela. Ma si puo’ fare ancora di piu’, se i consumatori conosceranno meglio i nostri vini e ci aiuteranno a far crescere la filiera”.

Ma la “Settimana dei Vini” propone anche uno spazio dedicato all’altissima gastronomia: otto nomi illustri della ristorazione di Torino e provincia propongono menu’ esclusivi, abbinandoli ai vini delle quattro D.O.C. provinciali. Le serate sono ad inviti, con la partecipazione di autorevoli esponenti del giornalismo e della stampa locale, ai quali vengono illustrate nel dettaglio le caratteristiche dei vini. Ad aprire il programma e’ stato, lunedì’ 3 dicembre il prestigioso “Flipot” di Roberto Eynard a Torre Pellicce. E’ stata poi la volta de “La Carmagnole” di Renato Dominici a Carmagnola, de “La Gardenia” di Caluso e della “Noce” di Volpiano. La serata d’onore della manifestazione e’ stata affidata al noto conduttore televisivo Massimo Giletti, venerdì’ 7 dicembre al ristorante “Del Cambio” di piazza Carignano a Torino. Gli ultimi tre appuntamenti saranno sabato 8 dicembre al “Balbo” di Torino, domenica 9 al “Dolce stil novo” di Cirie’, lunedi’ 10 al “Combal” di Almese. La trasmissione “Obiettivo Agricoltura” di Telecupole (in onda domenica 9 dicembre alle 12,30, con replica alle 19,30 e lunedi’ 10 dicembre alle 7) dedichera’ uno “speciale” alla “Settimana dei Vini”, registrato durante la serata svoltasi a “La Carmagnole”.

di Alessandro Rocca