La regina d’Oriente a Palazzo Bricherasio

maggio 5, 2002 in Arte da Redazione

30003(1)E’ ospite presso Palazzo Bricherasio Zenobia, l’“Augusta” d’Oriente, colei che osò sfidare l’impero romano partendo da Palmira alla conquista dell’Asia Minore fino al Bosforo. La regina, che diceva essere discendente di Cleopatra, mostra bellezza, fierezza e coraggio suoi e della sua terra a Torino fino al 26 maggio 2002, dopo la sosta presso il Centre Culturel du Pantheon di Parigi.

Si presenta “come un imperatore romano, elmo in testa, vestita con un mantello di porpora con le frange ornate di perle e fermato da una fibbia di conchiglia. Di carnagione scura, …occhi neri di una incredibile bellezza, lo sguardo vivo e un portamento maestoso. …denti … bianchi come perle, la sua voce sonora e maschile” (Historiae Augustae). La accompagnano a Torino i fasti delle celebrazioni letterarie e di circa 200 testimonianze, provenienti dai più importanti musei della Siria. Per venire, Settimia Zenobia Augusta, in qualità di comandante supremo, ha richiesto le truppe provenienti dalla Soprintendenza Archeologica del Lazio, nella fattispecie statue, busti e rilievi funerari, dalla Collezione Stroganoff, che ha inviato un raro rilievo funerario presentante ancora tracce di colorazione e doratura, e da Villa Mansi di Lucca (tre preziosi arazzi seicenteschi, appartenenti al ciclo dedicato alla regina). Infine due rilievi funerari, provenienti dalla Collezione Federico Zeri, di grande valore personale per lo storico dell’arte, che riteneva di avere identificato il luogo d’origine della sua famiglia nella città siriana di Homs, la classica Emesa, dalla quale appunto si dipartiva la via carovaniera che conduceva all’Eufrate, facendo sosta nella straordinaria Oasi di Palmira. Un corteo di simile portata non mancherà di attrarre e sedurre quanti tuttora ammirano fascino e sogni di una regina e le meravigliose rovine monumentali di uno dei più prestigiosi centri dell’Oriente che fu.

Zenobia. Il sogno di una Regina d’Oriente

Periodo: 13 febbraio – 26 maggio 2002

Orario: lunedì 14.30-19.30;

mart., mer., dom. 9.30 – 19.30

giov., ven., sab. 9.30 – 22.30

Sede: Palazzo Bricherasio – via Lagrange, 20 – Torino

Ingresso: 6.20 € intero; 4.20 € ridotto

Informazioni: tel. 011.5171.660

di Barbara Cantoia