La poesia svelata di Rosy Bianchini

novembre 19, 2010 in Attualità da Cinzia Modena

Rosy Bianchini Il SilenzioSabato 20 novembre l’autrice del libro Il Silenzio parlerà di poesia insieme a Gianni Chiostri, Anna Cuculo e Bruno Labate

Il 20 novembre Rosy Bianchini, conosciuta per il suo impegno nell’Associazione Unicorno e Poesia Attiva , presenterà Il Silenzio, raccolta di poesie interamente dedicata a Emilio Gay, il poeta mantellato torinese forndatore di Poesia Attiva. GLi spazi saranno quelli di Piemonte Libri, di Via San Tommaso 18 ang. Via Bertola (Torino). L’incontro avrà inzio alle ore 17 e sarà animato con letture di versi da parte di Anna Cuculo.

Il libro è un sentiero costruito sui mattoni della sensibilità e della forza del coraggio insieme, come la prefazione di Alessandro Meluzzi mette bene in risalto.

La sensibilità femminile, un po’ come la poesia, combina cuore e ragione, salda imprescindibilmente corpi e anime. È infatti nel laboratorio alchemico del cuore delle donne che la delicatezza del quotidiano si trasforma e transustanzia verso la ricerca di quegli ‘universali’ che non si fanno contenere dalle ideologie, ma che spesso si lasciano afferrare nella delicata concretezza dell’attimo.

È in questo spazio grazioso e ombratile che la penna di Rosy traccia i suoi solchi leggeri, ma non per questo meno profondi nell’incisione che lasciano, nella sensibilità di chi si disponga a riceverli.

La copertina, essenziale, incornicia con il suo titolo una realizzazione grafica di Chiostri dal grande impatto emotivo, che rivela allo stesso tempo la riflessione e l’aspetto intimista tipico della poesia. Ma anche rigore di espressione: un lavoro che richiede approfondimento, studio e ricerca per comunicare con apparente semplicità pensieri profondi ed esperienze di vita in versi.

Noi di Poesia Attiva consideriamo la poesia come la massima concentrazione di energia del linguaggio. Con queste parole, l’autrice Rosy Bianchini fornisce una chiave di lettura del messaggio di Emilio Gay a cui i poeti mantellati si ispirano.

di Cinzia Modena