La Noicom dice addio ai sogni di gloria

aprile 18, 2001 in Sport da Momy

17105(4)Si è conclusa ieri sera a Milano l’avventura nei play-off di Cuneo. Eppure tutto faceva presagire che questo fosse finalmente l’anno buono: un campionato condotto sempre al vertice, il vincitore (Andrea Sartoretti, tra l’altro miglior “ace man” della stagione) del Trofeo Gazzetta per il giocatore che ha accumulato più voti assegnati al termine di ogni partita dalla Gazzetta dello Sport.

Ma qualcosa nel giocattolo si è rotto. I primi sintomi si sono manifestati nei quarti di finale, superati soffrendo contro una Yahoo Ferrara giunta ottava in campionato, e sono purtroppo diventati evidentissimi contro la neopromossa Milano. In fondo, uno dei due tabù doveva essere sfatato: una matricola non era mai arrivata in finale e nessuno aveva mai recuperato dallo zero a due.

Ha vinto Milano, in una gara molto combattuta. Ci sono voluti cinque set, ma alla fine la giovane squadra di Montali è riuscita nella storica impresa. Una Noicom molto delusa torna a casa avendo fallito anche l’ultimo dei traguardi stagionali. Non si può dire che questa sera ai cuneesi sia mancato l’orgoglio: purtroppo non è bastato per contenere una squadra molto più ambiziosa.

La Noicom parte bene in questa gara quattro, vincendo il primo set. Gli amanti della cabala a questo punto avrebbero potuto prevedere il risultato finale: nelle tre gare prima disputate, chi aveva vinto il primo set aveva perso l’incontro…

Il secondo set è la chiave di volta del match: errori arbitrali, troppo nervosismo in campo, ripetuti show del coach di Milano Gianpaolo Montali, set point a raffica annullati da Milano e da Cuneo. Alla fine però il pallone decisivo lo mette a terra l’Asystel, finisce 30 a 32. Nel terzo set una Noicom frastornata prova a reagire con un po’ di cambi: fuori Torre e Sartoretti, dentro Omrcen e De Giorgi. Cinque set ball per Milano vengono annullati, ma un muro di Grbic su Casoli porta il risultato sul 2 a 1.

Quando le squadre tornano in campo per il quarto set qualcuno pensa sia ormai finta. Invece si assiste ad un altro set combattuto punto a punto, con un De Giorgi super che spinge la Noicom alla conquista del quarto parziale: è il classico canto del cigno. Il quinto set è, più che un incontro di pallavolo, una guerra di nervi. Purtroppo quelli dei cuneesi (molto penalizzati dagli arbitri durante tutto l’incontro) cedono prima. Vince Milano 15 a 13.

La Cenerentola è arrivata al ballo, chissà se riuscirà a sposare il principe azzurro?

Il calendario delle finali

Gara 1 – sabato 21 aprile ore 15.15: Asystel Milano – Sisley Treviso

Gara 2 – mercoledì 25 aprile ore 17: Sisley Treviso – Asystel Milano

Gara 3 – sabato 28 aprile ore 15.15: Sisley Treviso – Asystel Milano

Eventuale gara 4 – martedì 1° maggio: Asystel Milano – Sisley Treviso

Eventuale gara 5 – sabato 5 maggio: Sisley Treviso – Asystel Milano

di Monica Mautino