La Juve ringrazia Del Piero

febbraio 5, 2006 in Sport da Giovanni Rolle

Sono ancora 8 i punti di vantaggio dei bianconeri sull’Inter grazie a Pinturicchio che perfora il muro difensivo dell’Udinese.

Con un gol di Del Piero nel secondo tempo la Juventus batte l’Udinese e mantiene inalterato il vantaggio nei confronti dell’Inter in attesa dell’attesissimo scontro diretto in programma a San Siro.

La squadra di Capello ha dovuto però faticare per piegare la resistenza dei friulani, i quali recriminano nei confronti dell’arbitraggio del direttore di gara Dattilo. Sono almeno tre gli episodi contestati al fischietto calabrese, il quale nel primo tempo ha annullato una rete agli uomini di Cosmi per posizione irregolare dell’autore, Di Natale. Le recriminazioni friulane sono però per l’espulsione di Muntari verso la fine della prima frazione. Pochi minuti dopo essere stato ammonito per un intervento su Camoranesi, il centrocampista dell’Udinese si rende protagonista di un’entrata su Nedved. Un intervento deciso, quello di Muntari, che colpisce, tuttavia, prima il pallone prima di travolgere il giocatore ceco, il quale, accentua, probabilmente, la caduta. Dattilo non ha esitazioni nell’estrarre il secondo cartellino giallo, che fa scattare il conseguente rosso, scatenando le veementi proteste dei giocatori ospiti, in particolare dell’espulso, il quale si lascia andare anche a un getto di stizza nei confronti del direttore di gara, sulla cui spalla appoggia la maglia che si era sfilato in segno di disappunto.

L’espulsione di Muntari obbliga l’Udinese a disputare l’intera ripresa in dieci e la squadra di Cosmi, che nella prima frazione aveva controllato agevolmente la spinta della Juventus, in inferiorità numerica, finisce con l’accusare la pressione degli uomini di Capello, che porta al vantaggio juventino, realizzato da Del Piero, entrato al posti di Camoranesi. Il vantaggio bianconero è il secondo dei tre episodi contestati dalla squadra friulana, in quanto il capitano juventino si trovava in posizione di fuorigioco, insieme a Trezeguet, al momento di ricevere il passaggio smarcante. Altre proteste udinesi nel finale di gare per un intervento sospetto di Cannavaro su Vidigal, che impedisce al centrocampista brasiliano di incornare il pallone del probabile 1-1.

Nel complesso, un vittoria senza brillare, per la squadra di Capello, che ha mostrato di accusare le fatiche della battaglia dell’Olimpico, anche se la palma di migliore in campo spetta al portiere dei friulani, De Sancctis, autore di diversi interventi importanti. Per i campioni d’Italia il prossimo impegno sarà ancora al Delle Alpi nel turno infrasettimanale contro il Parma, anche se la mente di tutti è rivolta già allo scontro al vertice con l’Inter a San Siro.

JUVENTUS-UDINESE 1-0

  • RETI: 25’ s.t. Del Piero.

  • JUVENTUS: Buffon, Zambrotta, Thuram, Cannavaro, Balzaretti; Mutu (30’ s.t. Giannichedda), Camoranesi (12’ s.t. Del Piero), Emerson, Nedved; Ibrahimovic, Trezeguet.

    A disposizione: Abbiati, Chiellini, Pessotto, Blasi, Zalayeta.

    All. Capello.

  • UDINESE: De Sanctis; Bertotto, Zapata, Felipe, Pieri; Zenoni (30’ s.t. Pepe), Vidigal, Muntari, Candela; Iaquinta (15’ s.t. Rossini), Di Natale (2’ s.t. Aguilar).

    A disposizione: Paoletti, Rinaldi, Lazzari, Barreto.

    All. Cosmi

  • ARBITRO: Dattilo di Locri.

  • NOTE: 37’ p.t. espulso Muntari per somma di ammonizioni. Ammoniti: 35’ e 37’p.t. Muntari, 40’ p.t. Vidigal, 35’ s.t. Giannichedda

  • SPETTATORI: 27.501

    di Giovanni Rolle