La Juve presenta Mutu

febbraio 2, 2005 in Sport da Roberto Grossi

E’ stato presentato ieri, nella sala stampa del centro Sisport, il nuovo acquisto Adrian Mutu, che in mattinata ha già sostenuto il primo allenamento con i nuovi compagni. Dopo l’intermezzo-Livorno il rumeno, arrivato a parametro zero, è ora un giocatore bianconero a tutti gli effetti, anche se la squalifica inflittagli per l’uso di cocaina lo costringerà ad altri tre mesi di stop forzato. Aspettando una deroga dalla Fifa per poter giocare almeno le amichevoli, Adrian è stato iscritto nelle liste Uefa col numero 30 (potrà eventualmente disputare la finale Champions e le ultime due gare di campionato) e ora si sente un uomo rinato: Per me inizia veramente una seconda vita – ha dichiarato felice – non mi aspettavo di poter ripartire da una grande squadra come la Juve e ringrazio tutti. Avevo nostalgia del calcio italiano, in Inghilterra ho vissuto un’esperienza tremenda che mi ha fatto maturare molto come uomo. Ho imparato che bisogna essere professionali per fare il calciatore ai massimi livelli: ora starò di più con la famiglia, che è sempre rimasta in Italia.

Mutu pensa all’immediato futuro con un piccolo cruccio, le questioni legali ancora aperte con la sua ex-squadra: Sono un po’ preoccupato – confessa – non è giusto ciò che sta accadendo con loro. Una finale Juve-Chelsea? Lo spero. Luciano Moggi, seduto affianco al talento dell’est, nega l’eventualità di uno scambio Mutu-Cassano: Era da questa estate che seguivamo il rumeno – precisa il dg – e ora che l’abbiamo preso non rinforzeremo certo le altre società. Il futuro? Seguiamo Behrami del Verona, un giovane interessante che potremmo prendere in comproprietà col Palermo. Bojinov? Della Valle ha grandi mezzi ed è uno dei pochi che può permettersi certe cifre fuori mercato. Ma la coppia Miccoli-Bojinov può dare grandi soddisfazioni ai viola.

di Roberto Grossi