La Contessa di Castiglione

febbraio 18, 2001 in il Traspiratore da Claris

Visitando la mostra, organizzata dalla Regione Piemonte, “La Contessa di Castiglione e il suo tempo” risulta facile immaginare Virginia Oldoini (1837-’99) sfoggiare eccentriche toilette ai gran ricevimenti di corte alle Tuileries e vestirsi con stranezze di ogni sorta agli esclusivi balli in maschera, farsi ammirare orgogliosa e austera sulla scalinata di Passy e traghettare la Senna tra l’ammirazione dei parigini. Quando nel 1854, diciassettenne, Virginia sposò il Conte di Castiglione, tutta Torino parlava già della sua straordinaria bellezza. Da quel momento la sua figura scatenò un crescendo di commenti, giudizi e pettegolezzi che hanno generato un’epopea unica, quella della donna più bella dell’Ottocento.

La mostra, attraverso l’esame della figura della Contessa, esplora la società dell’epoca. Il percorso dell’esposizione spazia, infatti, dalle fotografie della contessa e dei suoi luoghi (Firenze, Torino, Parigi su tutti) ai documenti di personaggi illustri (Napoleone III, Vittorio Emanuele II, Camillo Cavour,…). Due sezioni sono dedicate agli arredi nei palazzi nobiliari torinesi e alla moda. Per un personaggio che fece della propria bellezza un mito e non seguiva, bensì precorreva, le tendenze, il rapporto con la moda fu, naturalmente, fondamentale.

La Contessa di Castiglione e il suo tempo

Periodo: 31 Marzo ’00 – 2 Luglio ’00

Orario: martedi – domenica 10 – 19.30

Sede: Palazzo Cavour – via Cavour, 8 – 10123 Torino

Ingresso: L. 12.000 intero – L. 8.000 ridotto

Info: tel. 011/530.690

Il Traspiratore – Numero 25-26

di Claris