L’ultima sera del carnevale

novembre 6, 2007 in Spettacoli da Roberto Canavesi

ultima sera carnevaleTORINO – Già applaudito a Torino con il cechoviano “Ivanov”, il teatro Katona Jozsef Szinhaz di Budapest conferma le proprie qualità con “L’ultima sera del carnevale” di Carlo Goldoni, lo spettacolo diretto da Gábor Zsámbéki è stato proposto al Teatro Alfieri per il Festival del Teatro Europeo.

Datata 1762, la commedia è il formale atto di congedo dall’amata Venezia di un Goldoni prossimo a trasferirsi in terra parigina: nei panni di Anzoletto, disegnatore di stoffe in procinto di accettare una nuova sfida professionale nella lontana San Pietroburgo, è facile individuare lo stesso autore da un lato incuriosito per la nuova avventura francese, dall’altro scosso e deluso per la scarsa affezione mostrata dalla scena italiana. In perenne bilico tra curiosità e rimpianti, la parabola di Anzoletto assume, nella versione firmata da Gábor Zsámbéki, una dimensione più intima, concentrandosi sul rapporto con l’amata Domenica all’interno di un schizofrenico microcosmo umano animato da grottesche caricature: ed ancora i dubbi e le perplessità che lo assalgono al momento di prendere la decisione finale, se abbandonare affetti e casa per iniziare una nuova vita in una terra sconosciuta.

ultima sera carnevaleNella cornice delle feste carnevalesche, il periodo dell’anno per definizione dedito al divertimento ed alla vita godereccia, si celebra un banchetto a casa del mercante Zamaria cui prendono parte amici e conoscenti, occasione di festa che vive il momento più comico nella partita a meneghella dove, in una costante alternanza tra sguardi ed allusioni, l’intera compagnia si diletta tra fiumi di vino in un clima di irrefrenabile coinvolgente allegria.

Novanta minuti filati per un allestimento lineare e senza fronzoli con un grosso telaio a dominare una scena priva di qualsivoglia orpello: grande è l’affiatamento di una compagnia che si fa soprattutto apprezzare per la capacità di caratterizzare tipi umani senza mai cadere nella macchietta per un Goldoni, teatralmente parlando, “letto” secondo canoni più intimisti rispetto al tradizionale clichè rappresentativo. Una messa in scena all’insegna della grande coralità ripagata da convinti e meritati applausi finali del folto pubblico presente in sala.

“L’ultima sera del carnevale” di Carlo Goldoni. Uno spettacolo del Katona Jozsef Szinhaz di Budapest.

di Roberto Canavesi