Juve Roma finisce 2-2

settembre 22, 2003 in Sport da Giovanni Rolle

E’ un Marcello Lippi sereno, anche se ovviamente un po’ rammaricato, quello che si presenta in sala stampa al termine di Juve-Roma. Il gran gol di Zebina a pochi minuti dalla fine ha impedito ai bianconeri di andare in fuga sulla concorrenza, ma il tecnico viareggino ci tiene comunque a sottolineare la buona prestazione della sua squadra. “Per la prima ora di gioco siamo stati superiori alla Roma – esordisce l’allenatore bianconero – e questo è un dato importante, se si considera la forza dei giallorossi, i quali, a differenza della Juve, hanno avuto a disposizione l’intera settimana per prepararsi a questa partita”. Le fatiche di Champions sono, quindi, un’attenuante, secondo il tecnico juventino, per il mancato successo dei bianconeri: “E’ naturale che ci sia un po’ di delusione per aver visto sfuggire nel finale un risultato importante, ma devo fare comunque i complimenti alla mia squadra per come si è comportata nel primo tempo ed anche nel primo quarto d’ora della ripresa, considerato anche che per alcuni giocatori si trattava della prima gara dall’inizio. Purtroppo nel finale abbiamo accusato un po’ di stanchezza, cosa del resto naturale, visto che eravamo reduci dall’impegno in Champions. Mi sembra che anche le altre squadre che in settimana sono state impegnate in coppa abbiano avuto dei problemi; viceversa noi abbiamo disputato una discreta partita, pur contro un avversaria del calibro della Roma. Comunque, se avessimo vinto, non si sarebbe trattato di un successo immeritato. L’occasione non sfruttata da Totti nel finale? Sarebbe stata un’autentica beffa”.

Lippi ha quindi commentato la sostituzione di Trezeguet con Birindelli nel finale di partita: “In quel momento avevamo in campo ben quattro giocatori con spiccate caratteristiche offensive, quali Di Vaio, Nedved, Camoranesi e lo stesso Trezeguet. Inoltre, ho preferito arretrare Tudor in difesa, in quanto non ha ancora nelle gambe i novanta minuti per giocare a centrocampo e Montero aveva qualche problema nel contrastare Carew. Comunque, devo dire che Tudor se l’è cavata bene sia in mezzo al campo che come marcatore”.

Oltre al gol di Zebina, il rammarico di Lippi è anche per l’infortunio occorso a Del Piero, nonostante la doppietta realizzata dal suo sostituto: “Di Vaio è un ottimo giocatore, ma non dimentichiamo che anche Del Piero è sempre stato determinante, comprese le prime due gare di campionato. Speriamo che non si tratti di un infortunio grave”.

Alle dichiarazioni di Lippi fa eco Zambrotta: “Ottimo primo tempo, dove la Juve ha fatto girare molto bene la palla e creato parecchie occasioni da rete. Purtroppo nel secondo tempo è subentrata un po’ di stanchezza che ci ha impedito di mantenere il risultato”.

Juve-Roma 2-2

  • Reti: 20’ 35’ Di Vaio (J); 25’ Chivu (R); 41’st Zebina

  • Juventus: Buffon, Thuram, Montero (16’st Camoranesi), Legrottaglie, Zambrotta, Tudor, Appiah, Davids, Nedved, Del Piero s.v.(13’ Di Vaio), Trezeguet. All. Lippi.

  • Roma: Pelizzoli, Zebina, Samuel, Chivu, Mancini, Lima, Emerson, Dacourt (31’ st De Rossi) , Cassano ( 31’st Del Vecchio), Totti, Montella (1’st Carew). All. Capello. Arbitro: Pellegrino.

    di Giovanni Rolle