Juve-Napoli 3-0 : Battuti anche i tifosi

gennaio 13, 2010 in Sport da Tomas

pagelle juve

Quali possano essere le future insidie che dovranno superare i bianconeri si possono immaginare dopo aver assistito alla partita vinta contro il Napoli nel deserto gelido dell’ Olimpico, dove quei pochi tifosi presenti alla sfida di Coppa o tifavano per i partenopei o erano impegnati più che altro in una battaglia assurda, incivile ed immatura contro la dirigenza, arrivando a tentarle tutte pur di ottenere la squalifica del campo. E così i lanci di bengala (come possano entrare allo stadio devono ancora spiegarcelo gli esperti della sicurezza ministeriale, coloro che hanno spinto per la costruzione dei tornelli e delle nuove regole sui controlli delle tifoserie) erano gli assoluti protagonisti dell’ inizio gara, sommati ai soliti rituali ed inutili cori beceri contro Balotelli. Uno striscione recitava che solo questi tifosi meriterebbero i colori della tanta amata maglia bianconera. Forse dovrebbero farsi un’ esame di coscienza e ripensare a cosa sia davvero il tifo per la propria squadra, senza sbandierare il tanto amato ritornello del “Io pago” per giustificare qualsiasi genere di comportamento, anche quello più lontano dal poter essere catalogato come un gesto di amore e rispetto per la Vecchia Signora. Chissà cosa ne penserebbe il tanto osannato dalla curva Nedved di questo tipo di atteggiamenti, o il rimpianto Moggi, amato solo perché odiato dai dirigenti delle squadre avversarie e non per come si comportava di certo con i tifosi bianconeri che non accettavano le scelte societarie. Sarebbe un controsenso sperare in una squalifica del campo per placare questo tipo di tifoseria ?

  • Queste le squadre che son scese in campo:

    JUVENTUS (4-3-1-2): Manninger 6; Caceres 6.5 (38’ st Zebina s.v.), Legrottaglie 5.5, Chiellini 7, Grosso 5 (1’ st Grygera 6); Salihamidzic 6, Felipe Melo 6.5, De Ceglie 6.5; Diego 7; Del Piero 7 (40’ st Immobile s.v.), Amauri 5.

    A disposizione: Chimenti, Fabio Cannavaro, Giandonato, Rossi.

    All. Ferrara.

    NAPOLI (3-4-3): Iezzo; Campagnaro ( 31’ st Quagliarella), Rinaudo, Contini; Zuniga, Gargano, Cigarini, Dossena (15’ st Hamsik); Hoffer (20’ st Maggio), Denis, Datolo.

    A disposizione: Gianello, Paolo Cannavaro, Pazienza, Aronica.

    All. Mazzarri.

    RETI: 24’ pt Diego, 32’ st e 37’ st rig. Del Piero.

    ESPULSI: 38’ st Contini.

  • La partita

    Ferrara deve fare a meno di Poulsen, perone rotto, e Marchisio, squalificato, a centrocampo e così ritorna al rombo con De Ceglie e Salihamidzic ad affiancare Melo in mezzo e Diego dietro alle punte Del Piero ed Amauri. Il Napoli parte senza l’ artiglieria pesante, lasciando Maggio, Hamsik e Quagliarella in panchina. I bianconeri si muovono bene ma iniziano ancora troppo contratti ed al 6° rischiano con un tentativo di Hoffer sulla destra, ma il suo tiro viene deviato in angolo. Al 9° Amauri su calcio d’ angolo prova l’ incocciata di testa ma Cigarini salva sulla linea, poi Chiellini calcia e Del Piero in fuorigioco segna inutilmente. Al 15° una punizione del capitano bianconero finisce poco fuori alla destra di Iezzo. Al 24° la Juventus passa in vantaggio: De Ceglie avanza e serve Salihamidzic a destra, il suo tentativo di piazzarla in mezzo viene deviato da Zuniga proprio sui piedi di Diego che segna calciando anche non troppo bene il pallone. I napoletani si lamentano per un mancato arresto del gioco da parte dei bianconeri per un giocatore a terra che però si rialza poco dopo senza intervento dei medici. Due minuti dopo la rete, su calcio piazzato il Napoli chiama in causa Manninger che blocca. Al 28° Contini, ancora nervoso per il goal subito, calpesta la testa di Del Piero steso a terra proprio dal napoletano, ma l’ arbitro non interviene. Dopo un tentativo mancato di Grosso che manda il pallone fuori, al 32° su cross del palermitano interviene Del Piero tutto solo davanti a Iezzo, ma il suo tentativo è troppo debole ed impreciso calciato addosso a Iezzo. Nella ripresa il Napoli non demorde e, dopo un tentativo di Del Piero su cross di Caceres, ci prova di testa sprecando una buona occasione. Al 17° De Ceglie avanza a sinistra tentando poi il tiro che viene parato da Iezzo. Al 20° è Diego che ci prova con un tiro dal limite, ma colpisce il palo alla destra di Iezzo. Il Napoli potrebbe pareggiare a metà della ripresa, ma prima non approfitta di un grave errore di Legrottaglie e poi trova la traversa con un gran tiro del neo entrato Hamsik. Al 30° Diego trova Melo che avanza centralmente ma viene anticipato in angolo prima che provi la conclusione da dentro l’ area. Al 32° il raddoppio con Diego che serve a destra Caceres per il cross rasoterra perfetto per Del Piero che si sblocca e segna la prima rete stagionale. Dopo un tentativo finito in angolo di Quagliarella, al 36° Contini atterra in area Diego, lanciato da Del Piero ed è rigore ed espulsione. Al 37° il capitano sigla così la doppietta dal dischetto e chiude i conti con i partenopei

    Il 28 gennaio i bianconeri affronteranno a S. Siro l’ Inter di Mourinho nei quarti di Coppa Italia.

    di Tomas