Juve-Inter 1-0 : Matrionfo

febbraio 14, 2011 in Sport da Tomas

pagelle

Il derby d’ Italia è sempre una partita diversa dalle altre, soprattutto nel dopo Farsopoli (chi continua a chiamarla Calciopoli è in malafede). I bianconeri ritrovano però una rosa finalmente al completo, con l’ eccezione di De Ceglie ancora in fase di recupero, e questo pesa moltissimo nel preparare una gara così importante dopo la vittoria convincente al S. Elia. Iaquinta rientra così a disposizione di Del Neri, partendo dalla panchina insieme a capitan Del Piero sempre più vicino alla firma del nuovo contratto, mentre Toni affianca il nuovo bomber Matri, atteso fin troppo tempo dopo l’ infortunio di Quagliarella. In difesa confermato Chiellini a sinistra e Sorensen sulla fascia opposta, nonostante le disattenzioni con Cossu. Il diciottenne fa una gara strepitosa, per quasi 90 minuti riesce a coprire bene Eto’o poi nel finale concede una colossale occasione che porta il camerunense a colpire la traversa ed un retropassaggio da infarto a Buffon, ma considerate le attitudini atletiche e la giovane età è davvero un grande colpo, tenendo anche presente come piazza la palla per la rete di Matri nel primo tempo. Per non parlare poi di Barzagli, che ha permesso a Del Neri di provare lo spostamento di Chiellini a sinistra. Il centrale campione del Mondo ricopre il proprio ruolo in maniera perfetta concedendo davvero poco ad un attacco micidiale come quello nerazzurro. A chiudere gli acquisti azzeccati da Marotta non si può non citare il bisonte Luca Toni, capace di fare alzare la squadra e proteggere palla in modo incredibile formando una coppia quasi perfetta con Matri. L’ ex cagliaritano esce purtroppo dolorante ad un fianco, restando in campo stoicamente fino alla fine per i cambi obbligati di Melo e Marchisio, usciti stanchissimi, ed il precedente cambio di Toni con Iaquinta, e si spera non debba stare fuori troppo. I nerazzurri sembrano quasi fin troppo timidi nell’ organizzare la gara ed escono fuori solo nel finale quando i bianconeri sono costretti a giocare con un Matri dolorante che non può tornare a dare una mano in difesa. Vittoria che permette di risalire in classifica grazie agli stop di Roma e Palermo, ma Lazio ed Udinese continuano a correre.

  • Queste le squadre che son scese in campo:

    JUVENTUS (4-4-2): Buffon 6.5; Sorensen 7, Barzagli 9, Bonucci 8, Chiellini 7.5; Krasic 6, Felipe Melo 6 (28’ st Sissoko 5.5), Aquilani 6.5, Marchisio 7 (26’ st Pepe 6); Toni 6.5 (20’ st Iaquinta 5.5), Matri 7.5.

    A disposizione: Storari, Grygera, Martinez, Del Piero.

    All. Del Neri.

    INTER (4-3-1-2): Julio Cesar; Maicon, Ranocchia, Cordoba, Zametti; Thiago Motta, Cambiasso (27’ st Nagatomo), Kharja (15’ st Pandev; Sneijder; Eto’o, Pazzini.

    A disposizione: Castellazzi, Materazzi, Natalino, Obi, Coutinho.

    All. Leonardo.

    RETI: 30’ pt Matri

  • La partita

    I nerazzurri partono bene con un tiro di Pazzini al 2° che spedisce fuori un grande assist di Sneijder deviato dai bianconeri. Al 10° inizia a spingere la Juventus e Chiellini crossa in mezzo per la capocciata di Toni che finisce alta. Due minuti dopo è Toni che mette in mezzo da sinistra per Matri che viene falciato da dietro da Cordoba, l’ intervento viene giudicato però corretto ed il gioco prosegue. Al 14° Aquilani tenta il pallonetto ma finisce di poco fuori con J. Cesar attento. L’ Inter si rivede al 27° con Maicon che per la prima volta riesce a spingere e crossare ma Buffon è attento ed esce in tuffo basso bloccando la palla. Al 30° la rete della vittoria, Krasic spinge sulla destra serve indietro palla a Sorensen che di prima piazza la palla in mezzo sulla testa di Matri, il numero 32 deve solo spingere in rete spiazzando il portiere nerazzurro. Un minuto e l’ Inter potrebbe pareggiare ma il cross di Maicon trova l’ incocciata di Cambiasso che finisce alta. Ultima occasione al 38° quando Matri viene lanciato sulla sinistra ma questa volta il suo tentativo di cross finisce tra le braccia di J. Cesar che esce. Nella ripresa è ancora Maicon che al 5° piazza la palla in mezzo per lo svettare di Pazzini ma Buffon è attento e respinge con i pugni. Al 8° è invece Krasic che crossa per la testa di Matri ma questa volta spedisce fuori di poco la palla. Un minuto ed Aquilani trova Matri in area ma Maicon chiude in angolo, da dove esce fuori un’ occasione per Chiellini di testa, ma va fuori. Al 21° un tentativo di Marchisio finisce con un tiraccio fuori mentre al 23° è Pazzini che al volo tenta il gran goal ma la palla va fuori di molto. Eto’o si vede al 31° con una conclusione da sinistra ma sparacchia fuori. Grande occasione al 37° con assist di Sneijder per Eto’o in area, ma Buffon esce e copre bene la porta. I bianconeri ormai non ce la fanno più ed arrivano le occasioni migliori per i nerazzurri nel finale ma prima, al 42° su cross di Pepe è ancora Matri al volo che spedisce di poco fuori, mentre un minuto dopo Krasic trova Aquilani che sparacchia alto. Al 44° Maicon crossa una palla che scorre tutta l’ area ed arriva ad Eto’o perso da Sorensen, il tiro a colpo sicuro del camerunense finisce però sulla traversa. La gara finisce con un tiro di Sneijder da sinistra che viene bloccato da Buffon. Tre punti meritati che fanno classifica, ma la corsa non deve più fermarsi per raggiungere l’ obiettivo Champions.

  • Classifica primi posti

    classifica

    Milan e Napoli corrono ancora appaiate, battendo Parma e Roma, mentre il Palermo perde in casa contro la Fiorentina. La corsa di Udinese e Lazio prosegue e se non cambieranno le cose sarà davvero difficile raggiungere anche il 4° posto.

    Per commenti, consigli, opinioni scrivi a : Tomas .

    di Tomas