Juve e Del Piero, inizio col botto

settembre 16, 2002 in Sport da Giovanni Rolle

La Juventus risponde alle cannonate delle due milanesi vincendo e convincendo contro l’Atalanta. Nel netto 3-0 a favore dei campioni d’Italia è emersa una buona condizione da parte di tutta la squadra di Lippi, con un Del Piero protagonista assoluto del match. Il fuoriclasse della Juve e della Nazionale ha iniziato il campionato nel modo migliore, con una doppietta e parecchi assist per i compagni. Da dimenticare, invece, l’esordio dell’Atalanta. La formazione di Vavassori è infatti apparsa abulica per tutto il corso della partita e nell’opaca prestazione dei bergamaschi non si è salvato neppure il giocatore più atteso, quel Cristiano Doni che durante l’estate era stato il sogno di mercato di parecchie squadre di vertice, Juventus compresa.

Contrariamente alle previsioni della vigilia, Marcello Lippi getta subito nella mischia Marco Di Vaio, preferendolo a Marcelo Salas. Il nuovo arrivato nelle file bianconere aveva dimostrato di essere in buone condizioni di forma nell’amichevole infrasettimanale contro la Biellese, nel corso della quale aveva realizzato una doppietta. Taibi viene subito chiamato in causa da un colpo di testa di Di Vaio su assist di Del Piero e deve smanacciare la palla in corner. Il nuovo acquisto juventino non ha paura a provare la soluzione dalla distanza ed al 20’ impegna nuovamente il portiere atalantino con una botta da circa venti metri, testa ma centrale per Taibi. Al 26’ Del Piero percorre palla al piede una trentina di metri, arrivando all’interno dell’area ospite, dove viene atterrato da Zauri. L’arbitro Paparesta non ha dubbi nell’assegnare il rigore alla formazione bianconera, che lo stesso Del Piero provvede a trasformare con una conclusione potente alla destra di Taibi. “Pinturicchio” è scatenato ed al 34’ mette a segno la rete del raddoppio con una grande conclusione dalla sinistra.

Tramortita dalla doppietta di Del Piero, l’Atalanta prova ad abbozzare una reazione con un’incursione di Pià, sulla quale Ferrara rischia l’autorete, anticipando la conclusione del giocatore bergamasco in calcio d’angolo. L’Atalanta del primo tempo non riesce tuttavia mai ad impensierire Buffon, mentre Del Piero confeziona una grande apertura per Nedved, il quale impegna dalla sinistra Taibi con una violenta conclusione.

Anche la ripresa si apre all’insegna dei campioni d’Italia. Di Vaio e Del Piero imperversano in area atalantina, con il secondo che va vicino alla tripletta. L’Atalanta dà segnali di vita solo attorno al 10’, quando una conclusione dal limite dell’area di Sala scuote i legni della porta difesa da Buffon. Lippi effettua due cambi: al 13’ fuori Baiocco (buona la prova dell’ex perugino) e dentro Fresi, schierato a centrocampo, mentre al 20’ Salas entra al posto di Di Vaio. Anche nella seconda frazione l’Atalanta ripete la prestazione abulica del primo tempo ed è proprio Fresi a mettere il sigillo sul definitivo 3-0 dei bianconeri con un tiro da fuori area.

Il brillante esordio juventino viene accolto con soddisfazione da Marcello Lippi, il quale mette l’accento sulle prestazioni dei nuovi acquisti bianconeri. “Abbiamo disputato un’ottima gara – dice il tecnico viareggino – con delle giocate veloci e rapide ripartenze. Che una grande squadra vinca con tutti i giocatori a disposizione può essere un fatto normale, ma oggi la Juve lo ha fatto senza sette elementi di livello internazionale. Il che mi ha fatto molto piacere, perché vuol dire che in ogni evenienza abbiamo a disposizione dei giocatori all’altezza della situazione. Tutti i nuovi hanno giocato bene, da Moretti a Camoranesi,da Baiocco a Fresi. Nel complesso, ho visto una Juve tonica, grazie anche alle amichevoli contro Lazio, Catania e Messina, che ci hanno permesso di completare la preparazione. Sono contento anche per Del Piero, che sta giocando ad altissimi livelli”.

Juventus – Atalanta 3-0

  • Reti: 27’ rig. Del Piero, 34’ Del Piero, 90’ Fresi.

  • Juventus (3-4-1-2-): Buffon sv; Thuram 7, Ferrara 6.5, Montero 6.5, Moretti 6.5; Camoanesi 6.5, Tacchinardi 6, Baiocco 6.5 (61’ Fresi 6.5); Nedved 6.5; Del Piero 7.5 (81’ Zenoni C. sv), Di Vaio (68’ Salas). All. Lippi. In panchina: Chimenti, Birindelli, Zalayeta, Paro.

  • Atalanta (4-3-1-2): Taibi 6.5; Foglio 5, Sala 5.5, Zauri 4.5; Bellini 5, Gautieri 5, Zenoni D. 5.5, Berretta 5 (71’ Carrera sv); Doni 5; Rosini 5, Pià 5.5. All. Vavassori. In panchina: Calderoni, Rustico, Dabo, Pinardi, Rinaldi, Bianchi.

  • Arbitro: Paparesta di Bari 6.

  • Ammoniti: Camoranesi (J); Zauri, Foglio (A).

  • Spettatori: 6.205 paganti per un incasso di 131.425,00 euro; abbonati 32.110.

    di Giovanni Rolle