Juve-Cesena 2-0 : Step by Step

dicembre 4, 2011 in Sport da Tomas

pagelle

a cura di Tomas

 

La grande gara di Napoli è solo uno dei tanti passi, o step come in conferenza stampa lo stesso Conte afferma, che i bianconeri devono fare per tornare a vincere qualcosa. Il primo passo, raggiunto secondo l’ allenatore bianconero, è stato quello di riportare la Juventus ad essere competitiva e credibile, riportando i tifosi a divertirsi allo stadio e ad esser orgogliosi dei propri beniamini. Il secondo passo dichiarato è quello di mantenere questa competitività fino alla fine, senza abbassare mai la guardia un attimo, con quella voglia di vittorie che la Vecchia Signora dei tempi in cui giocava Conte sapeva mostrare. E per mantenere questa competitività bisogna affrontare con grande attenzione e decisione non solo i big match, ma anche queste gare che appaiono semplici, vere e proprie trappole letali. La gara casalinga contro il Cesena non può quindi esser presa sottogamba dai bianconeri, pena la perdita della vetta della

My not go by canadian pharmacy online and I, I.

classifica, causa le vittorie di Milan ed Udinese negli anticipi contro Genoa ed Inter. Non importa chi manca, si chiami Pirlo o Marchisio come nella gara contro i partenopei, la squadra deve sopperire alle assenze con la grinta aggiuntiva di chi vuol primeggiare sempre e comunque. Il regista bianconero viene così sostituito dall’ ex napoletano Pazienza, entrambi arrivati in estate a parametro zero. Conte non concede turno di riposo ai diffidati in odor di squalifica, rischiando soprattutto in difesa sia Bonucci che Chiellini. Alla fine ha ragione Conte, con De Ceglie che resta tutta la gara in panchina, con Krasic che gli fa compagnia come a Napoli, mentre Elia va in tribuna. Arrigoni mette in campo una formazione che pare volersela giocare a Torino, ma il Cesena subisce fin dall’ inizio senza mai riuscire ad impensierire Buffon, quasi inoperoso per tutta la gara. A differenza degli anni tragici di Ferrara e Del Neri i bianconeri riescono così non solo a mantenere l’ imbattibilità, ma a non giocare partite discrete con le grandi e poi grandi passi falsi con le medio piccole. I 4 pareggi con Bologna, Chievo, Catania e Genoa sembrano lontani ricordi.

 

  • Queste le squadre che son scese in campo: JUVENTUS (4-3-3): Buffon sv; Lichtsteiner 6,5, Barzagli 6,5, Bonucci 6,5, Chiellini 6,5; Vidal 7, Pazienza 6,5, Marchisio 7,5; Pepe 6,5, Matri 5,5 (5’ st Quagliarella 6), Vucinic 6 (11’ st Del Piero sv, 18’ st Giaccherini 6,5)A disposizione: Storari, De Ceglie, Estigarribia, Krasic.

    Allenatore: Conte 7

 

CESENA (4-4-2): Antonioli; Rossi, Von Bergen, Rodriguez, Lauro; Ghezzal, Guana, Parolo, Martinho (33’ st Candreva); Bogdani ( 1’ st Malonga, 33’ st Eder), Mutu

A disposizione: Calderoni, Ricci, Benalouane, L. Djokovic.

Allenatore: Arrigoni

RETI: Marchisio 27’ pt, Vidal (rig) 38’ st

 

  • La partitaIl primo tempo è un assolo bianconero ma la palla non entra, anche per l’ imprecisione degli avanti di Conte. Buon inizio di Vucinic che al 4° crossa pericolosamente ma la difesa cesenate recupera di testa, mentre al 7° mette in moto Pepe e poi Matri sulla sinistra tira alto cadendo. Un minuto e Pepe innesca Vidal sulla destra in area, il cileno si allunga rimettendo in mezzo senza esito positivo. All’ 11° incredibilmente negato un fallo netto su Lichtsteiner al limite dell’ area. Il gioco si infrange spesso centralmente nell’ imbuto costruito da Arrigoni così si arriva al 30° per rivedere un’ azione pericolosa. Angolo dalla sinistra e tiro di Marchisio deviato con Antonioli che blocca. Vucinic tenta la sorpresa con un pallonetto al 31° ma il portiere è attento. I bianconeri alzano il ritmo ma non trovano la porta e quando al 39° Pepe sulla sinistra tenta il tiro viene chiuso in angolo ma l’ arbitro non concede. Nel finale Vucinic impegna Antonioli dalla sinistra trovando solo l’ angolo, mentre nel recupero un cross di Vidal per Bonucci che fa sponda in mezzo ma il montenegrino non ci arriva. La ripresa inizia come era cominciata la gara ed al 5° un tiro di Vucinic viene respinto da Antonioli poi Pepe ribatte addosso al portiere cesenate. All’ 8° grandissima occasione per Pepe di testa, innescata da Vucinic e cross di Chiellini, ma la conclusione finisce di pochissimo fuori. Quagliarella e Pazienza tentano la conclusione da fuori ma senza troppa fortuna spediscono alto il pallone, mentre il neo entrato Del Piero al 19° viene affossato dal già ammonito Rossi, ma il giocatore non viene cacciato mentre Alessandro esce in barella e dovrà farsi medicare negli spogliatoi ed alla clinica Fornaca con 10 punti di sutura alla tempia. Unica occasione per il Cesena un minuto dopo con un contropiede di Martinho sulla sinistra, ma il tiro basso viene bloccato facilmente da Buffon. I bianconeri passano in vantaggio al 27° con Vidal che serve Marchisio sulla destra al limite dell’ area, si aggiusta la palla di destro e tira di sinistra nell’ angolino, Antonioli battuto. I bianconeri continuano a macinare gioco ed al 31° su punizione Vidal calcia su Antonioli centralmente. Un minuto e Giacchierini, che sostituisce Del Piero, entra in area da sinistra va sul fondo e pesca in mezzo Pepe ma non è giornata per Simone che sbaglia la conclusione. Al 36° Lichtsteiner crossa in mezzo per Giaccherini che viene anticipato ma poi scaraventato a terra da Antonioli, l’ arbitro non può che concedere il rigore tramutato in rete da Vidal al 38° che batte Rodriguez, entrato in porta al posto del portiere espulso. Nel finale ci potrebbe essere la prima rete di Quagliarella ma prima Rodriguez chiude lo specchio e poi è il compagno Lichtsteiner a fermare il tiro del bomber. Finisce così 2 a 0 aspettando la prima gara di Coppa Italia di giovedì 8 contro il Bologna dell’ ex Di Vaio, ed il turno di campionato di lunedì sera all’ Olimpico contro la Roma.

 

I bianconeri rimangono in vetta ricacciando la voglia di sorpasso di Udinese e Milan. Il Napoli vince facile contro il Lecce preparando bene la battaglia a Villareal per il passaggio del turno in Champions, mentre perde nuovamente la Roma a Firenze. La Lazio giocherà contro il Novara lunedì sera.

Per commenti, consigli, opinioni scrivi a : Tomas .

di Tomas