Juve-Bayern 1-4 : Retrocessi in Europa League

dicembre 9, 2009 in Sport da Tomas

pagelle

Sono ormai un vecchio ricordo le belle partite in Europa dell’ era Lippi. Certo le assenze di Chiellini e Sissoko potrebbero essere considerate molto pesanti e decisive per i fragili equilibri di questo periodo, ma è stata probabilmente la gestione della gara da parte di Ferrara a non incidere fino in fondo. Se all’ inizio la scelta di mettere Trezeguet al fianco di Del Piero con Camoranesi nel trio del rombo a centrocampo è stata vincente, portando il franco argentino al 168 goal in maglia bianconera, resta inspiegabile la sostituzione nella ripresa di Del Piero con Poulsen. Perdendo uno dei giocatori che riusciva a tener la squadra alta tenendo palla e ottenendo qualche calcio piazzato, non si è visto né Camoranesi né Diego a prenderne il posto nello scacchiere tattico della squadra, lasciando inesorabilmente troppo solo Trezeguet e difficile per i centrocampisti trovare qualche spiraglio adatto ad una manovra efficace. A rovinare i piani del tecnico bianconero il goal nei primi minuti di Olic che permetteva ai bavaresi di manovrare ancora meglio rimanendo fino alla fine padroni del gioco. Fuori dalla Champions senza nemmeno passare il girone iniziale, e pensare che l’ anno scorso c’ era qualcuno che criticava Ranieri costretto a gestire un gruppo meno completo di questo, con un tasso tecnico notevolmente minore. Con chi se la prenderanno questa volta i tifosi ? Società e nuovi acquisti saranno nell’ occhio del ciclone, eppure all’ inizio di stagione le aspettative dei supporters bianconeri erano molto alte e le critiche, a parte l’ acquisto di Cannavaro, azzerate. Ora tocca ripartire dal Bari, senza Buffon, Chiellini, Melo e Sissoko, aspettando l’ esordio in Europa League.

  • Queste le squadre che son scese in campo:

    JUVENTUS (4-3-1-2): Buffon 6; Caceres 6, Legrottaglie 5.5, Cannavaro 5.5, Grosso 5.5; Camoranesi 5, Felipe Melo 5 (35’ st Giovinco s.v.), Marchisio 6.5; Diego 5 (19’ st Amauri 5.5); Del Piero 6 (1’ st Poulsen 5), Trezeguet 6.5.

    A disposizione: Manninger, Grygera, Salihamidzic, Tiago.

    All. Ferrara.

    BAYERN (4-4-2): Butt; Lahm, Van Buyten, Demichelis, Badstuber; Muller, Van Bommel, Schweinsteiger, Pranjic (26’ st Robben); Olic (33’ st Tymoshchuk), Gomez.

    A disposizione: Kraft, Braafheid, Breno, Altintop, Klose.

    All. Van Gaal.

    RETI: 19’ pt Trezeguet, 29’ pt rig. Butt, 7’ st Olic, 37’ st Gomez, 47’ st Tymoshchuk.

  • La partita

    Partita strepitosa del Bayern eppure, dopo un palo colpito da Olic di testa al 12°, i bianconeri passano in vantaggio. Al 19° Diego recupera palla e serve Marchisio sulla sinistra, cross dalla trequarti per Trezeguet che da grande rapace del goal segna in stirata al volo. I bavaresi ripartono spediti con Schweinsteiger ed Olic a creare occasioni da tutte le parti. Al 28° su punizione di Diego la palla scorre senza essere deviata da nessuno, lasciando Butt che la raccoglie facilmente. Un minuto dopo Olic si inserisce in area a sinistra trovando il rigore su Caceres. Al 30° va sul dischetto Butt che segna il 3° goal su rigore ai bianconeri spiazzando Buffon. Nel finale i bavaresi potrebbero trovare anche il vantaggio ma prima Gomez manda la palla di testa poco alta e poi Buffon respinge un gran tiro di Schweinsteiger. I tedeschi dilagano da tutte le parti mentre i bianconeri perdono troppi palloni a centrocampo, così Ferrara pensa di mettere un uomo in più in mezzo, Poulsen, sostituendo inspiegabilmente Del Piero, forse a corto di fiato ? I bianconeri non riescono a trovarsi assolutamente nel nuovo assetto tattico, perdono ancora più palloni nelle ripartenze veloci, con Diego e Camoranesi troppo bassi e Trezeguet troppo solo in attacco. Al 6° Diego perde palla a sinistra regalando un angolo su tiro di Pranjic. Nell’ azione seguente all’ angolo Olic segna il goal del vantaggio bavarese su respinta di Buffon al colpo di testa di Van Buyten. I bianconeri tentano di rimettere in cassaforte il risultato ma in due occasioni su calcio piazzato, prima Poulsen sparacchia alto di testa e poi Grosso spedisce il pallone alle stelle. Al 21° la grande occasione ricapita sui piedi di Trezeguet su bell’ azione di Caceres sulla destra, ma questa volta il suo tiro di prima intenzione finisce di poco fuori. I bianconeri non riescono a costruire più nessuna azione offensiva degna di nota, mentre il Bayern dilaga, prima al 38° nuovamente su colpo di testa di Van Buyten Buffon rimedia sulla linea ma non può nulla sulla ribattuta di Gomez. Al 47° una delle tante azioni del neo entrato Robben porta al tiro di Tymoshchuk da poco fuori area, che spedisce la palla in rete per il 4 a 1 finale.

    Nella serata storta dei bianconeri non si fa trascinare il Milan che nonostante il pari esterno a Zurigo passa il turno grazie alla vittoria del Real a Marsiglia. Ora tocca all’ Inter completare il turno delle italiane e Mourinho gusta già il sapore della rivincita dopo la sconfitta a Torino.

    di Tomas