Islam: violenza e nonviolenza

ottobre 7, 2001 in Attualità da Stefano Mola

Come abbiamo già avuto modo di scrivere a proposito del Campiello, è forse un momento in cui abbiamo bisogno di più parole, non di meno. Più bisogno di strumenti, di informazioni, di alzare lo sguardo al di là dell’orizzonte quotidiano.

È difficile evitare la semplificazione, la generalizzazione, resistere alla tentazione di stringersi, di chiudersi al diverso.

È importante allora segnalare, amplificare tutte le occasioni di ascolto e di confronto, momenti in cui si può cercare di farsi un’idea di prima mano.

Lunedì 8 Ottobre, presso i locali della Libreria La Torre di Abele (Via Pietro Micca 22), il professor Chaivat Satha-Anad terrà una conferenza su “Islam: violenza e non violenza”. Docente presso la Thammassat University di Bangkog e presidente dell’associazione Tailandese di Scienze Sociali, membro dell’International People’s Institutions for Peace, è autore per le Edizioni Gruppo Abele del libro “Islam e non violenza” in cui sostiene che nulla è più lontano dal vero del descrivere l’Islam come la religione del fanatismo e della guerra santa.

di Stefano Mola