Incroci 2002

giugno 29, 2002 in Spettacoli da Stefania Martini

31374Il circuito teatrale INCROCI, giunto alla sua quarta edizione, si propone di coniugare la valenza artistica a quella più direttamente correlata alla valorizzazione del territorio e delle realtà culturali che vi lavorano, mettendo in evidenza tradizioni, atmosfere, identità, patrimoni storici, architettonici, ambientali ed umani.

INCROCI è un Progetto Teatrale nato dall’incontro tra la Provincia di Torino, promotrice e finanziatrice dell’iniziativa, ad alcune Compagnie Teatrali professionali che da tempo lavorano sul territorio, sviluppando un percorso di promozione e di proposta artistica originale.

E’ in questa dimensione che quest’anno la manifestazione si è allargata e coinvolge anche le province di Imperia e Mantova, cui si aggiunge la Regione Autonoma Valle d’Aosta.

Il sottotitolo scelto per l’edizione 2002 di INCROCI è “Canto Nomade della Terra e del Vino”

Inaugura la rassegna venerdì 28 giugno lo spettacolo Uragani. Concert/azione in scena a Carignano, nell’area del Parco dell’ex Municipio.

Prodotto da DrammaTeatro (Pescara), per la regia di Claudio Di Scanno, e dedicato a B. Brecht, Uragani può essere definito un concerto teatrale dove l’intenso tessuto sonoro e musicale si intreccia con il testo e l’azione dell’unica attrice in scena, Susanna Costaglione.

Al centro della composizione drammaturgica e teatral-musicale è collocata la storia di Mahagonny, la città trappola, la città del piacere in cambio di oro immaginata da Brecht sulla strada dell’esilio dopo l’avvento del nazismo in Germania.

Mahagonny è il simbolo del liberismo sfrenato, la macchina del piacere illusorio costruita per spillare denaro ai gonzi con le tasche piene d’oro, boscaioli e minatori di ritorno dall’Alaska.

Gin e whisky, ragazze e maschietti: questo è il seme dell’oro, i cambio dell’oblio e dell’effimera felicità. Quando il disegno di Leocadia Begbick, fondatrice di Mahagonny nonché ricercata dalla polizia, rischia di saltare per l’imminenza di un uragano distruttore, ecco il colpo di scena: l’uragano passa accanto a Mahagonny, non la distrugge ma la città letteralmente brucia ed esplode in un infernale resa dei conti tra i suoi abitanti…..

Sabato 29 INCROCI approda alla Cascina Giaione di Torino, sul cui palcoscenico si alterneranno tre spettacoli differenti.

Si inizia alle ore 18 con I tre Cavalieri del Graal a cura di Assemblea Teatro.

Partendo dal testo di Laura Mancinelli (ed. Einaudi), Renzo Sicco e Gianni Bissaca hanno inventato uno spettacolo che si avvale della presenza di tre interpreti femminili che raccontano le gesta dei Cavalieri del Graal.

– Il gioco teatrale che ne consegue ci ha catturato, e ci siamo lasciati coinvolgere in un meccanismo che si ispira alla tradizione popolare del teatro di piazza con una parola, musica, movimento e certe atmosfere da teatro di cabaret, allusioni a “Caroselli” di tempi televisivi ancora legati al linguaggio teatrale -.

Si prosegue alle ore 19.30 con uno spettacolo di teatro-musica-guattarelle napoletane, con tre attori, tre attori musicisti ed un manipolatore di guattarelle.

Feste Farina e Forca. Ballata tragicomica in attesa del supplizio è curato dalla Compagnia torinese Opus rt Servi di Scena.

Le vicende narrate ricostruite sulla base di documenti storici ritrovati negli archivi piemontesi, ripercorrono la cultura e le tradizioni di un popolo che si avvicinava all’Unità d’Italia portandosi dietro il suo trascorso di guerre e di invasioni. Il punto di osservazione è quello dei “vinti”, di coloro che in questo preciso contesto vennero definiti “briganti” e furono per questo condannati. La musica e i musicisti accompagnano il pubblico per tutta la durata dello spettacolo, e lo abbandonano solo quando sarà il momento di farsi un’ultima dolce-amara risata a sorpresa.

31371Concluderà la serata, alle 21.45, lo spettacolo proposta dal Teatro delle Forme …Delle Masche e delle Magie , regia di Antonio Damasco.

Una piazza buia, gremita di gente, sta spettando. Ogni cosa inizia dal caos, dal brusio di mille voci. Tutti impegnati a parlare delle quotidiane occupazioni; ma per una notte torneremo ad avere paura. Streghe, maghe e fattucchiere prendono nel dialetto piemontese il nome di masche. Sono talora vecchie dall’aspetto ripugnante, altre volte sono donne assolutamente normali a cui erano attribuite poteri e responsabilità…e per questo punite!

Domenica 30 INCROCI sarà protagonista a Giaveno dove Federica Tardito, danzatrice e coreografa, e Aldo Rendina, ballerino di danza contemporanea, portano sul palcoscenico, con il sostegno dell’associazione Sosta Palmizi, lo spettacolo Gonzago’s Rose .

Un uomo sicuro, duro come la sua sedia, hombre pasionado che confonde l’Amor con la violensa, una donna offesa, prostrata, bagnata insieme alle sue rose, mujer desiderosa che subisce la violensa per un toco de Amor, vivono insieme da 100 anni allevando rose. Incalzati da incubi travestiti da sogni e poesie annacquate, condividono una sola realtà: ballare i vecchi ricordi in abiti stanchi.

Programma del fine settimana

  • Venerdì 28 Giugno, ore 21.45.

    URAGANI. Concert/azione .

    CARIGNANO presso il Parco dell’Ex Municipio – via Monte Pietà.

  • Sabato 29 Giugno:

    Cascina Giaione, Via Guido Reni. Torino.

    Ore 18 : I tre Cavalieri del Graal .

    Ore 19.30: Feste Farina e Forca. Ballata tragicomica in attesa del supplizio

    Ore 21.45: …Delle Masche e delle Magie .

  • Domenica 30 Giugno, ore 21.45.

    Gonzago’s Rose .

    GIAVENO, Centro Storico – Via XX Settembre.

    Informazioni:

    Assemblea Teatro: 011 3042808

    Opus rt Servi di Scena: 011 9312527

    Teatro delle Forme: 011 5184137

    di Stefania Martini