In cerca dell’anima in un’Italia smarrita

aprile 23, 2010 in Attualità da Redazione

Circolo lettori 2010Per Torino Spiritualità, lunedì 26 aprile al Circolo dei Lettori di Torino, sarà presentato il libro di Franco Scaglia “IN CERCA DELL’ANIMA. DIALOGO SU UN’ITALIA CHE HA SMARRITO SE STESSA” (Piemme editore). Dopo il successo de “Il viaggio di Gesù”, Scaglia affronta i più importanti temi proposti dalla nostra difficile attualità con uno dei principali esponenti della chiesa italiana, Monsignor Vincenzo Paglia, consigliere spirituale della comunità di Sant’Egidio, in un libro dialogo.

All’incontro di lunedì saranno presenti entrambi ed interverrà anche Gustavo Zagrebelsky.

Il libro: IN CERCA DELL’ANIMA. DIALOGO SU UN’ITALIA CHE HA SMARRITO SE STESSA

Uno scrittore cattolico e un vescovo, consigliere spirituale della comunità di Sant’Egidio, a sua volta scrittore prolifico, s’incontrano in un libro conversazione sui temi salienti del nostro vivere qui, oggi, in Italia. Perché questo nostro Paese che Scaglia, parafrasando Shakespeare, chiama l’Italia del nostro scontento, sembra sprofondato in una sorta di apatia che lo rende apparentemente privo di ambizioni e disinteressato al futuro? E perché, contrariamente a quanto avviene in molti altri Paesi, non esiste da noi un dibattito consistente sui temi che appartengono all’identità di ogni uomo, come i diritti umani, la qualità della vita, la povertà, l’ambiente, la religione? Sono solo alcune delle domande che i due autori si pongono dove, ai molti dubbi e interrogativi di Franco Scaglia, Monsignor Vincenzo Paglia risponde con un’analisi profonda che non nega i problemi, ma li affronta con la luce dell’intelligenza e la tranquilla certezza dell’uomo di fede. Si parla di individualità e di collettività, di nazionalismi e globalizzazione, di guerra e di pace, e dell’impegno dei singoli, che si manifesta in un fenomeno dai confini assai vasti come il volontariato.

E poi si parla di Dio e di fede, e della funzione della chiesa in un mondo carico di fermenti e lacerato da mille contraddizioni. Franco Scaglia e Vincenzo Paglia ci offrono un libro che invita a pensare, per capire dove stiamo andando e per ritrovare quell’«anima» che, come dice Paglia, in quanto collettività sembriamo aver perso.

Franco Scaglia

Genovese, autore di commedie, saggi e romanzi. Per Piemme ha pubblicato tre romanzi Il custode dell’acqua, con cui ha vinto il SuperCampiello, Il gabbiano di sale e L’oro di Mosè, tutti ambientati in Terra Santa e con lo stesso protagonista, il frate francescano Padre Matteo, e un saggio-reportage, Il viaggio di Gesù, tutti accolti con particolare favore dalla critica e dal pubblico. Vive e lavora a Roma.

Vincenzo Paglia

Nato in provincia di Frosinone, è laureato in teologia, filosofia e pedagogia. Ordinato sacerdote nel 1970, è stato rettore della chiesa di Sant’Egidio in Trastevere, segretario della Commissione Presbiterale Regionale e membro della Commissione Presbiterale Italiana. Nel 2000 è stato ordinato vescovo di Terni. È anche presidente della Commissione Ecumenismo e dialogo della Conferenza Episcopale Italiana. Legato alla Comunità di Sant’Egidio, per il suo impegno per la pace ha ricevuto il Premio Gandhi dall’Unesco e il Premio Madre Teresa. Giornalista e scrittore, è autore di una vasta produzione di libri di carattere religioso e sociale, tra cui Essere cattolici. Dialoghi con Saverio Gaeta (Mondadori) e Dialoghi post-secolari con Giuliano Amato (Marsilio).

Per maggiori informazioni

IL CIRCOLO DEI LETTORI

via Bogino 9 – 10123 Torino

tel. +39 011 43 26 827

www.circololettori.it

e-mail: [email protected]

di Redazione