Il Toro torna a sorridere

novembre 7, 2004 in Sport da Giovanni Rolle

Il Torino ritrova la vittoria al Delle Alpi battendo il Perugia per 2-0. Prima azione degna di nota al quarto d’ora, con un colpo di testa di Marazzina sul traversone di Balzaretti abbondantemente alto, però, sopra la traversa. Il Perugia replica subito dopo con Ravanelli, anche lui di testa, il quale conclude però debolmente, facilitando la presa sicura di Sorrentino. E’ invece la presa di Kalac, difettosa su un innocuo traversone di Rizzato, a spalancare le porte al ventaggio granata, siglato al 17’ da Quagliarella, sempre di testa. Non si lascia invece sorprendere Sorrentino, che al 23’ respinge una pericolosa conclusione di Sedivec, quindi Ferreira Pinto non riesce ad approfittare della ribattuta del portiere granata calciando fuori. Per il resto, il primo tempo scorre via abbastanza noioso, acceso soltanto da un preziosismo di Pinga, il quale pesca in profondità Quagliarella con un passaggio di esterno destro che innesca il traversone dell’attaccante dalla destra, sul quale però Marazzina scivlola prima di poter intercettare il pallone.

Il secondo tempo si apre con una clamorosa occasione mancata da Ravanelli, che grazia Sorrentino gettando alle ortiche un ottimo assist di Milanese. Sull’altro fronte è Rizzato a restituire il favore dopo una bella parata di Kalac su Quagliarella. All’11’ Coly si rende protagonista di una brutta entrata ai danni di Quagliarella che costa il cartellino giallo al difensore senegalese. Il fallo, avvenuto proprio sotto la panchina granata, scatena le proteste dei granata; particolarmente accesa è la reazione di Ezio Rossi, che viene allontanato dal campo dall’arbitro Trefoloni. Il tecnico granata è costretto a seguire il resto della partita dalla tribuna e potrebbe saltare anche la prossima partita contro il Venezia, alla quale mancheranno sicuramente Comotto e De Ascentis: i due, ammoniti nel primo tempo, erano entrambi diffidati. Il Perugia al 20’ rimane in dieci uomini, a causa dell’espulsione per doppia ammonizione di Stendardo. Nell’ultimo quarto d’ora viene ripristinata la parità numerica con il secondo cartellino giallo, il che obbliga Gritti, il secondo di Rossi in panchina, a togliere una punta, Quagliarella, per inserire un difensore, Mezzano.

Il finale vede il Perugia tutto in avanti, ma nel momento più delicato il Torino chiude virtualmente la partita: Pinga allarga a sinistra per Balzaretti, dal quale parte il cross basso per il raddoppio di Marazzina che mette al sicuro il Toro, risparmiando ai granata un finale di fuoco. I granata domenica prossima saranno nuovamente di scena al Delle Alpi contro il Venezia.

Torino-Perugia 2-0

  • Torino (4-4-2): Sorrentino 6.5; Comotto 6, Peccarisi 6, Mantovani 6, Balzaretti 7; Pinga 6.5, Mudingayi 6.5, De Ascentis 5.5, Rizzato 6.5 (30’ st Humberto sv); Marazzina 6.5 (44’ st Maniero sv), Quagliarella 7 (35’ st Mezzano sv). All. Rossi 6.5. In panchina: Fontana, Carbone, Canavese, Martinetti.

  • Perugia (4-4-2): Kalac 5; Coly 5.5, Stendardo 4.5, Di Loreto 5.5, Milanese 6, Ferreira Pinto 6 (11’ st Do Prado 6); Bernini 5.5, Delvecchio 6, Ferrigno 5.5 (30’ st Mascara sv); Ravanelli 5, Sedivec 6. All. Colantuono 5. In panchina: Squizzi, Alioui, Di Francesco, Fusani, Muntasser.

  • Arbitro: Trefoloni di Siena 6.5

  • Reti: 17’ pt Quagliarella, 39’ st Marazzina.

  • Note: cielo sereno, terreno in buone condizioni, spettatori 10.000 circa. Espulsi: all’11’ st Rossi (all. T) per proteste, al 20’ st Stendardo (P) per somma di ammonizioni, al 33’ st De Ascentis (T) per somma di ammonizioni. Ammoniti: Comotto, Balzaretti, Mantovani (T); Sedivec, Coly, Delvecchio (P). Angoli 5-2 per il Perugia. Recupero: pt 1’, st 5’.

    di Giovanni Rolle