Il Toro battuto non molla l’Uefa

marzo 4, 2002 in Sport da Giovanni Rolle

Dopo il tradizionale lunedì dedicato al riposo, il Torino riprenderà ad allenarsi oggi pomeriggio ad Orbassano. In vista della partita in programma domenica prossima al Delle Alpi contro il Chievo, Camolese spera di recuperare i pezzi. Nell’ultima partita contro il Perugia, dove il Torino ha perso l’imbattibilità nel girone di ritorno dopo sette risultati utili consecutivi, il tecnico granata è stato costretto ad imbastire una formazione di emergenza a causa delle numerose defezioni che lo hanno privato di cinque titolari.

Scontata l’assenza di Asta, che oltre alla gara con i veneti dovrà vedere dalla tribuna anche quella contro il Milan e forse pure quella successiva contro la Fiorentina, rientreranno dalla squalifica Lucarelli e De Ascentis, mentre l’ammonizione rimediata da Mezzano contro la squadra di Cosmi costerà al giovane laterale sinistro, già diffidato, una giornata di squalifica. In settimana, Camolese avrà inoltre la possibilità di verificare le condizioni di Scarchilli e Franco, entrambi costretti a saltare la sfida del Curi a causa di problemi fisici.

Nonostante la sconfitta in terra umbra, i concomitanti risultati delle dirette concorrenti hanno lasciato sostanzialmente inalterata la situazione in classifica, dove i granata continuano ad occupare una buona posizione, con un vantaggio di sei lunghezze dal quartultimo posto, attualmente occupato dal Brescia.

Per il presidente Romero, domenica scorsa si è trattato di solo di una comprensibile battuta d’arresto, che non dovrebbe tuttavia pregiudicare la rincorsa ad un posto valido per l’Europa. “Dopo sette risultati positivi – spiega Romero – una battuta d’arresto era prevedibile anche se non auspicabile. Senza dimenticare che concedere cinque titolari ad una squadra come il Perugia non era un’impresa facile. Nelle prossime partite, a cominciare da quella di domenica contro il Chievo, bisognerà cercare prima di tutto di aumentare la forbice tra noi ed il quartultimo posto e poi eventualmente provare a centrare l’obiettivo Uefa”.

Nei prossimi gironi potrebbero esserci delle novità per quanto riguarda il contratto di Asta. In settimana il procuratore del giocatore, Beppe Galli, dovrebbe avere infatti avere un nuovo incontro con Mazzola per discutere il rinnovo del contratto del suo assistito. Il ds granata non sta perdendo tempo: pare infatti che il Toro abbia già messo le mani su Adriano per il prossimo campionato.

di Giovanni Rolle