Il Regio a Racconigi

luglio 11, 2008 in Spettacoli da Redazione

RacconigiNasce quest’anno il Regio a Racconigi, un ricco programma che animerà le Serre Reali del Castello di Racconigi nel mese di luglio con opera, danza e musica. Dopo lo strepitoso successo dell’allestimento lo scorso luglio del Barbiere di Siviglia, complici il fascino delle Serre Reali illuminate di notte, nonché l’allegra partecipazione delle cicogne, che hanno sottolineato la propria presenza ritmando la musica con il becco, si è pensato di creare un vero e proprio festival.

L’iniziativa è realizzata dal Teatro Regio grazie alla disponibilità del Castello di Racconigi e del Ministero per i Beni e le attività Culturali – Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Piemonte – Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio del Piemonte. Il festival è inserito in RegioneInTour ed è realizzato con il sostegno della Regione Piemonte e delle Fondazioni Cassa di Risparmio di Torino e di Cuneo. Si avvale, inoltre, del contributo delle Fondazioni Cassa di Risparmio di Bra, Fossano, Saluzzo e Savigliano e della collaborazione della Città di Racconigi e dell’Associazione Le Terre dei Savoia.

Saranno undici gli appuntamenti che, dal 12 al 26 luglio, coinvolgeranno il pubblico piemontese e i turisti in una programmazione di alta qualità artistica. Inoltre, dal 4 luglio al 28 settembre, sarà possibile ammirare nelle Sale del Castello Frammenti d’Opera: 60 stupendi costumi d’opera della collezione del Teatro Regio, un affascinante percorso attraverso la storia, l’arte e l’opera a cura del Castello di Racconigi con Progetto Cantoregi. E ancora, il centro storico di Racconigi sarà trasformato in un grande teatro con scene create appositamente, mentre alcune chiese della città ospiteranno un omaggio al grande scenografo Eugenio Guglielminetti.

Il 12 luglio, La bohème di Giacomo Puccini inaugura il festival con l’Orchestra del Teatro Regio diretta dal giovane Maestro Daniele Rustioni, nello storico allestimento firmato da Eugenio Guglielminetti e rivisitato per l’occasione da Saverio Santoliquido e Claudia Boasso. La regia è di Vittorio Borrelli e i costumi sono curati da Laura Viglione, si ricompone così la squadra che l’anno scorso contribuì alla riuscita del Barbiere di Siviglia. Sul palco un cast giovane e brillante: Erika Frigo sarà Mimì, Francesco Demuro sarà Rodolfo, Guido Loconsolo sarà Marcello e Eleonora Buratto sarà Musetta. Il Maestro Claudio Fenoglio dirige il Coro del Teatro Regio e il Coro di voci bianche del Teatro Regio e del Conservatorio “G. Verdi”; si replica il 15 e il 16 luglio.

Appuntamento molto speciale il 14 luglio con F. à Léo, che è il titolo del disco pubblicato quest’anno e della tournée di grande successo di Gianmaria Testa e Paolo Fresu, da un’idea del pianista Roberto Cipelli, in omaggio al grande cantante francese Léo Ferré, scomparso nel 1993. Sul palco anche Attilio Zanchi al contrabbasso e Philippe Garcia alla batteria; i musicisti rileggono in chiave jazz il repertorio del grande chansonnier e ancora pensieri, suggestioni del primo cantautore anarchico della storia, nume tutelare di Brassens e di De André, ma anche un poetico omaggio a Luigi Tenco e un insolito Cesare Pavese.

Per quel che riguarda la musica strumentale, il festival si affida a un ensemble d’eccezione: l’Academia Montis Regalis, famosa in tutto il mondo per le sue incisioni di musica barocca e reduce dalle trionfali interpretazioni degli oratori di Stradella e Händel. Il 17 luglio il Maestro Alessandro De Marchi dirigerà sei Concerti di Antonio Vivaldi che fanno parte della raccolta di manoscritti autografi della Biblioteca Nazionale di Torino.

Il 19 luglio prenderà forma un importante sodalizio fra la Torino Jazz Orchestra, diretta da Dusko Goykovich, e il cantante e percussionista partenopeo Tullio De Piscopo, artista coinvolgente e pieno d’energia, di cui uscirà a maggio l’ultimo lavoro come solista. In programma i più noti standard jazz, i classici delle orchestre di Count Basie e Duke Ellington e brani scritti appositamente per la band.

Il 21 e 22 luglio grande festa per gli appassionati di flamenco con la Compagnia di Antonio Gades, straordinario interprete e innovatore del repertorio della danza spagnola, scomparso nel 2004. La compagnia, ora diretta da Stella Arauzo – ballerina prediletta di Gades – presenta Carmen (21 luglio), uno spettacolo appassionato e sanguigno firmato da Gades e dal regista Carlos Saura, autore del mitico film sulla gitana più famosa di Spagna. Lo spettacolo miscela perfettamente il ballo e il canto flamenco con le musiche di Bizet, la voce roca dei cantaores e gli struggenti brani di Federico García Lorca. Il 22 luglio in programma Nozze di Sangue, ispirato all’opera Bodas de Sangre di Federico García Lorca, il balletto che consacrò Gades al successo, una vera storia spagnola intrisa di gelosia, amore e morte. A seguire Suite Flamenca, ovvero il meglio del ballo flamenco, una serie di numeri di danza, soli, passi a due e balli di gruppo che mettono in luce tutta la purezza e la forza di questa meravigliosa danza.

Saranno ben felici gli appassionati di jazz che il 23 luglio avranno la possibilità di ascoltare il Francesco Cafiso Jazz Quartet in Rhythm is our business. L’enfant prodige del sassofono si presenta con un quartetto formato da musicisti di grande talento: Dino Rubino al pianoforte e tromba, Riccardo Fioravanti al contrabbasso e Stefano Bagnoli alla batteria.

Il 25 e 26 luglio, a conclusione del festival, l’Orchestra del Teatro Regio e il Coro di voci bianche del Teatro Regio e del Conservatorio “G. Verdi” ripropongono i Carmina Burana di Carl Orff, già grande successo a fine 2007 al Regio di Torino. Una partitura ricca e dai ritmi vigorosi interpretata dai solisti Silvia Colombini, Otokar Klein e Ales Jenis; sul podio il direttore d’orchestra moravo Tomas Netopil, mentre i cori sono istruiti dal Maestro Claudio Fenoglio.

Tutti gli spettacoli iniziano alle 21:30.

INFORMAZIONI

Biglietteria Terre dei Savoia, cortile del Castello di Racconigi, da martedì a domenica (ore 10.30-12.30; 14.30-17.30; Tel. 0172.85541)

Biglietteria del Teatro Regio, piazza Castello 215, Torino da martedì a venerdì (ore 10.30-18; sabato ore 10.30-16; Tel. 011.8815.241/242)

Vendita telefonica con carta di credito: Biglietteria del Teatro Regio da lunedì a venerdì: ore 9-12, Tel. 011.8815.270

Biglietteria on line: www.teatroregio.torino.it

di Redazione