Il nuovo Museo del Risorgimento

marzo 13, 2011 in Attualità da Benedetta Gigli

pIl 18 marzo riapre la storica sede di Palazzo Carignano di Torino, una delle costruzioni barocche più affascinanti. Realizzata nel Seicento da Guarino Guarini, vi nacquero Carlo Alberto e Vittorio Emanuele II e fu sede del Parlamento Subalpino e del Parlamento del Regno d’Italia.

Dal 1938 il Palazzo ospita il Museo Nazionale del Risorgimento Italiano, che proprio in occasione dei 150 anni dell’Italia, riapre i battenti dopo una serie di importanti restauri.

Il curatore Richard Peduzzi, già Direttore dell’Accademia di Francia, ha pensato a nuovi criteri espositivi e una nuova scenografia che valorizzano al meglio l’enorme patrimonio del Museo, esponendo in un percorso di trenta sale, ciascuna personalizzata con un colore, 2400 oggetti selezionati fra i 50000 delle collezioni. Luci soffuse alternati da fari che illuminano come raggi di sole questi capolavori, rendendo la visita molto suggestiva.

Oltre all’esposizione, il Museo vanta anche una biblioteca di centinaia di migliaia di volumi, un’emeroteca, gli archivi storici e un gabinetto iconografico con 15000 stampe e manifesti d’epoca.

Per maggiori informazioni vi rimandiamo al sito

di Benedetta Gigli