Il mio corpo come sorgente…” | Sudate Carte Componimenti poetici I edizione

gennaio 28, 2003 in Sudate Carte da Redazione

L’ora canicolare
trascina lenta
il suo calore
tra le stoppie
e i campi…

Un vecchio contadino
spinge faticosamente
il bue cercando di
domare la dura terra
con sangue e sudore.

Laggiù una donna
con il vestito cucito sulla pelle,
ondeggiando sotto il peso degli anni,
avanza faticosamente lungo il sentiero.

Il cielo arde, invaso da lingue di fuoco
mentre, tutto intorno, la realtà silenziosa
e opprimente mi avvolge.

Il mio corpo come sorgente,
sorgente di vita, di gioia, di speranza…

di Laura Peano