Il medico della mutua

dicembre 11, 2002 in il Traspiratore da Meno Pelnaso

32815Cari amici, sembra che in Italia manchino medici e quelli che ci sono fatichino oltremodo senza un attimo di respiro.

Purtroppo è un gatto che si mangia la coda; infatti, pur se le statistiche dicono che mancano medici, non se ne possono abilitare oltre un certo numero ogni anno, pena la saturazione degli studi nelle grandi città ed il conseguente abbassamento degli onorari.

A dimostrazione di quanto sopra, riportiamo il testo ritrovato casualmente su una segreteria telefonica di un povero medico della mutua, costretto a prendersi un anno di vacanza nella propria residenza alle Maldive per ripigliarsi dall’esaurimento nervoso in seguito all’intossicazione da superlavoro. E che fosse esaurito lo si intuisce dal testo del messaggio (i nomi sono volutamente di fantasia, per il rispetto della privacy, e ogni riferimento è puramente casuale)!

Drinn, …drinn, …drinn, …

“Salve, questa è la segreteria telefonica del Dr. Duodeno Maldepanza.

Se state male provate più tardi.

Se non state male, ma dovete ancora pagare l’ultima visita privata, telefonate immediatamente, senza perdere un istante, alle mie segretarie (centralino automatico) al 144/… (0,82 Euro al minuto con scatto alla risposta).

Se state male da morire e non potete proprio farne a meno, provate a chiamare la guardia medica o, se neppure quelli vi danno retta, telefonate: il Lunedì dopo le 08.15 ma prima delle 08.14; il Martedì ore pasti; il Mercoledì dalle 11.00 alle 11.30 (mi devo guadagnare il pane anche io!); il Giovedì dalle 13.30 alle 14.00 (vedi mercoledì); il Venerdì “…si riposò”, e… i miei sostituti, abilitati l’altro ieri, vi verranno a visitare, …forse.

Per le visite in studio parlate con la mia infermiera Dolores. Attenzione: vi ricordo che se vi trova ancora in fila per due davanti al portone d’ingresso dalle 03.30 di mattina, lamentandovi per la sciatica e i reumatismi, senza la prenotazione e senza “il pensierino” per farvi passare davanti agli altri, chiama il canile municipale e vi fa arrestare per disturbo della quiete pubblica, in particolare la sua!

Se volete un appuntamento privato, vi invito cortesemente a fare prima la donazione del vostro appartamento, direttamente presso il Notaio Ingarbuglio Dr. Garbugli; non si accettano sole nude proprietà! Per problemi di piccola entità o per farvi misurare la pressione basta la voltura della vostra automobile.

Se avete più di 18 anni, meno di 22 e siete delle gnocche, telefonate prima delle 20.00, tutti i giorni compresi festivi, all’800/… No scorfani e mercenarie.

Se le cose non vi stanno bene, potete rivolgervi al mio amico Pantagruele, fresatore diplomato, che nel tempo libero fa il cartomante-guaritore. Contattate Dolores, fornendo chiaramente il segno zodiacale, l’ascendente, il segno dell’oroscopo cinese, il numero di conto corrente con il saldo aggiornato ed indicando se sono problemi di salute, lavoro o amore.

Se sei Lucia, troverai la tua roba in una valigia sul mio pianerottolo.

Se sei Francesca, vorrei che mi restituissi i libri “L’amore di coppia e non” e “L’eiaculazione precoce nei primati evoluti e la frigidità: causa o effetto?”, tanto sembra non servano a niente.

Se sei Luana, ti ho cercato al telefono tutta la notte e sono anche passato da casa tua, poi mi sono stufato di piangere seduto davanti alla tua porta e, tornato a casa, ho guardato la cassetta porno fatta in casa tua travestiti da Minni e Pluto. Richiamami, mi sono slogato il quinto metacarpo mentre ero seduto sulla poltrona.

Se sei Giovanni e vuoi la rivincita, mi trovi al circolo tutti i Lunedì dopo le 12.30.

Se è l’Ing. De Condominis, riveda i calcoli del parco della clinica, perché vorrei anche la piscina con l’isoletta con la palma vicino al campo da tennis, sembra che vada un casino!

Se sei Loredana, questa sera torno tardi perché vado un attimo a comprare le sigarette.”

Voci recenti danno per certa la notizia secondo la quale il dottore in questione avrebbe comunicato alla segretaria il desiderio di allungare la vacanza di un altro anno, in seguito al lascito di un’anziana paziente morta assiderata sullo stuoino davanti al suo studio in attesa del suo ritorno.

Affettuosamente vostro

Il Traspiratore – Numero 40

di M. Pelnaso